Home / Marketing / Torna il vecchio stato di testo su WhatsApp
whatsapp stato

Torna il vecchio stato di testo su WhatsApp

Torna il vecchio stato di testo su WhatsApp ma le “Storie” continueranno ad esistere all’interno dell’app.

whatsapp stato

Il recente aggiornamento dello “stato” di Whatsapp, ha eliminato del tutto il vecchio stato di testo ed è stato sostituito da un clone delle “storie” di Snapchat, ricevendo subito feedback negativi da molti utenti.

Le lamentele degli utenti sono arrivate in poco tempo e WhatsApp ha dovuto porre velocemente rimedio: la scorsa settimana le versioni beta dell’app per Android hanno visto tornare sui loro schermi il buon caro vecchio stato testuale.

Il buon vecchio stato di testo era riapparso nell’ultima versione beta 2.17.95 per Android la scorsa settimana, e molto presto ritornerà anche per i dispositivi iOS.

Dagli errori d’altronde si impara e WhatsApp, che dal 2014 è di proprietà di Facebook, ha deciso di fare un passo indietro. Il gradito ritorno tuttavvia non rimuoverà l’opzione multimediale effiimera che continuerà a convivere con quella di testo.

whatsapp stato

Gli utenti di WhatsApp ancora una volta potranno impostare il loro stato di testo nella sezione “About” dell’applicazione.

WhatsApp ha spiegato il motivo della decisione di fare un passo indietro a TechCrunch:

“Abbiamo capito che ai nostri utenti manca la possibilità di impostare un aggiornamento di testo permanente sul loro profilo, così abbiamo deciso di integrare questa caratterista nella sezione “About” nelle impostazioni del profilo. Adesso, l’aggiornamento apparirà accanto ai nomi dei contatti, come quando si aprirà una nuova conversazione o quando si vuole visualizzare le informazioni dei gruppi. In questo momento, stiamo realizzando ulteriori aggiornamenti per gli Stati per dare agli utenti la possibilità di sbizzarrirsi e condividere foto, video e GIF con i loro amici o la loro famiglia durante il giorno.”

Condividere foto, video, e GIF che scompaiono dopo 24 ore è la peculiarità che ha reso popolare Snapchat, che ha di recente debuttato in borsa. Subito dopo questa caratteristica è stata copiata da Instagram e Facebook. All’inizio è stata vista come una novità positiva ed accettata dalla maggior parte degli utenti, ma non si può dire lo stesso per WhatsApp. L’applicazione di messaggistica immediata che conta più di 1 miliardo di utenti, era stata tanto apprezzata proprio per la sua semplicità. Ma l’aggiornamento dello stato con foto e brevi video simili alle storie di Snapchat, è stato percepito come un tentativo di Facebook di convertire WhatsApp in una specie di social network, in cui presto avrebbero potuto subentrare la pubblicità di vari marchi e aziende, cosa già successa su Instagram.

Nel frattempo, come abbiamo potuto vedere di recente Facebook ha aggiunto le “Storie” anche su Messenger la sua applicazione di messaggistica immediata per intensificare la sua offensiva contro Snapchat.

Questa mossa dimostra come le social app devono adeguarsi in fretta ai feedback degli utenti per restare sempre al top.

Riguardo a admin

Avatar

Guarda Anche

nuovi diritti dei consumatori

Cambia il mondo degli E-commerce?

In una settimana un po’ particolare, il parlamento europeo rafforza i nuovi diritti dei consumatori. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *