Home / Strategia Marketing / Strategie per un Inbound Marketing di successo
inbound marketing

Strategie per un Inbound Marketing di successo

Scegliere l’Inbound Marketing, Conviene!

Sempre più aziende scelgono una strategia di marketing più innovativa adatta ai nostri tempi moderni. Scegliere l’Inbound Marketing equivale a una strategia mirata, pensata su misura ed estremamente efficace. Con questo metodo, è finito il tempo di rincorrere i potenziali clienti, ma andiamo verso qualcosa di molto molto diverso: i potenziali clienti ci trovano grazie ai contenuti di qualità all’informazione appurata e utile.

inbound marketing e marketing tradizionale

Il marketing tradizionale, conosciuto anche come outbound marketing, con il passare del tempo è diventato sempre più costoso, non solo per una questione di soldi, ma soprattutto di tempo. Ore e ore, a stilare database Excel di potenziali clienti, a tempestare la gente di telefonate, estenuanti giornate a fare volantinaggio, senza contare i soldi sborsati per gli spazi pubblicitari.

Ormai questo tipo di marketing è diventato obsoleto e frustrante. Il suo problema più grande? Non solo è costoso in termini di soldi e tempo…ma è anche interruttivo. Un potenziale cliente irritato, ci mette un secondo a riattacare il telefono, e un volantino può essere facilmente cestinato. E così non solo non hai ottenuto risultati, ma hai anche indisposto le persone, disturbandole.

Ma per fortuna, è arrivato un nuovo modo di fare marketing!

Il nuovo marketing, si chiama Inbound Marketing, e incredibile ma vero, non sarai tu a trovare i clienti, ma saranno loro a trovare te! Questo non significa che dovrai stare con le mani in mano, ma non dovrai più spendere soldi, sprecare tempo e disturbare le persone. Dovrai semplicemente conquistare potenziali clienti proponendo loro contenuti interessanti e utili, seguendo le nostre efficaci strategie di Inbound Marketing.

L’inbound marketing è stato ideato dall’amministratore delegato di Hubspot, Brian Halligan. Le sue idee, assieme alle teorie di marketing promosse dal suo partner, Dharmesh Shah, e il suo consulente speciale David Meerman Scott, hanno seminato e raccolto centinaia di siti e di guru devoti a questo nuovo tipo di marketing, visto come una vera e propria manna per le aziende.

 

inbound marketing

 

 

Le origini

Secondo il patriarca del marketing, Peter F. Drucker, le teorie principali dell’Inbound Marketing sono state abbozzate più di un secolo fa. Nel 1850, Cyrus Hall McCormick, inventore della falciatrice meccanica, sviluppò delle strategie basiche di marketing e delle tattiche di inbound marketing primitive, per generare l’interesse di potenziali clienti. Grazie alle sue intelligenti e originali pratiche di vendita, fondò un’azienda di macchine agricole di successo, l’International Harvester.

Alcuni anni più tardi, Richard W. Sears e Alvah Roebuck pubblicarono il loro innovativo catalogo di vendita per corrispondenza. Il loro catalogo può essere considerato come un lontano antenato di Amazon, in cui vendevano orologi agli abitanti delle zone rurali, spesso vittime di esosi commercianti locali e di rappresentanti senza scrupoli che vendevano la loro merce a prezzi elevati.
Grazie ai volumi di merce acquistata e, più tardi, alla consegna gratuita per le zone rurali, divennero gli unici ad offrire un’ottima alternativa agli alti prezzi dei negozi locali e catturarono ben presto milioni di clienti. Sears è stato il più grande venditore americano, e ha detenuto il record di vendite interne in America fino al 1989, quando è stato superato da Walmart.

Nei decenni che vanno dal 1950 al 1960, Drucker ha spesso esaltato il valore delle ricerche di mercato dove gli orientamenti e gli interessi dei consumatori potevano essere identificati, quantificati, e implementati. Nello spiegare le sue teorie principali riguardo l’essenza del marketing, Drunker enfatizzava “l’orientamento del cliente” e il “settore del mercato” come pietre miliari della sua opera “The Marketing Concept”.
Drucker infatti affermava:” L’obiettivo del marketing è di conoscere e comprendere il cliente talmente bene, che il prodotto e il serivizio saranno talmente adatti a lui da vendersi da soli. Idealmente, il marketing dovrebbe essere il risultato di un cliente che è pronto ad acquistare. Basta solo che il prodotto o il servizio sia disponibile.”

In un recente articolo del blog di Hubspot, Brian Halliganha dichiarato che il futuro successo di un’azienda implica una rapida e continua personalizzazione del sito aziendale, per renderlo sempre più acuto e interessante da fa tornare i visitatori.

Le 4 fasi dell’Inbound Marketing

 

Attrarre:

Attrarre traffico di qualità sul sito web della tua azienda, e ciò significa che non devi attrarre utenti qualunque ma utenti che sono interessati al sito. Per attrarre visitatori di qualità dobbiamo pensare al nostro Buyer Persona, il nostro cliente ideale e i suoi problemi, le sue necessità. Con quali strumenti si attirano visitatori di qualità al nostro sito? Tramite i blog, i social media e le keyword.

Convertire:

Una volta che i visitatori hanno navigato sul vostro sito web, bisogna convertirli in potenziali clienti, meglio noti come Lead. Per effettuare la conversione vi serviranno i dati dei loro contatti, dati essenziali per il marketing online. Per convincere i visitatori a cedere i loro dati, dovrete offrirli qualcosa in cambia, qualcosa di utile e interessante come: ebook, consigli pratici, prove gratuite, ecc. Gli stumenti principali di questa fase sono i Call-to-Action e le Landing Page.

Chiudere:

Chiudere significa trasformare il vostro potenziale cliente in un cliente a tutti gli effetti. Ma come? Per farlo vi servirà l’email marketing.

Fidelizzare:

significa non dimenticarsi mai dei clienti che hanno scelto la vostra azienda, dovrete continuare a convolgerli e soddisfarli per renderli dei promotori dei vostri prodotti o servizi. I clienti felici saranno i vostri migliori promotori, e faranno pubblicità alla vostra azienda potrando nuovi clienti! Per fidelizzare i clienti bisogna continuare a fornirli dei contenuti di qualità e offirli costante supporto con i social media.

Per riassumere, i principali strumenti di cui l’Inbound Marketing si avvale sono:

  • Il Contenuto
  • La SEO (Search Engine Optimization)
  • Il Social Media Marketing
  • Email Marketing

I vantaggi dell’Inbound Marketing consistono nella sua tipologia di marketing estremamente democratico, e la sua efficacia per qualsiasi tipo di azienda. È fondamentale che le aziende riscoprano il dialogo con i loro clienti, perché loro non sono solo dei numeri ma delle persone con cui instaurare rapporti, degli essere umani.

Ti abbiamo incuriosito? Vuoi sapere anche tu come far decollare le tue entrate e attirare nuovi potenziali clienti con l’Inbound Marketing?

Noi di NG crediamo nella libera informazione e vogliamo aiutare la tua azienda a conquistare nuovi clienti, per questo molto presto sarà disponibile la nostra guida online con le strategie più efficaci per un inbound Marketing di successo, redatta e illustrata con termini chiari e concisi, per una comprensione e memorizzazione immediata.

Stay tuned, big news will arrive soon!

Riguardo a admin

Guarda Anche

Modello Azienda Futuro

Un modello per l’azienda del futuro? Il caso Netflix

Netflix sa come si racconta una storia, e forse proprio per questo è mitologica anche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *