11 dicembre 2018
Home / Marketing / Come i social media influiscono sulle decisioni di acquisto
social media acquisto

Come i social media influiscono sulle decisioni di acquisto

Come i social media influiscono sulle decisioni di acquisto

Nonostante i social media siano nati come delle piattaforme per condividere foto con amici e parenti, in questi ultimi anni si sono evoluti in canali di maggior impatto, specialmente per le aziende. I social sono attualmente una componente fondamentale delle strategie di marketing delle imprese e per una buona ragione: il 74% degli acquirenti decide di acquistare perchè influenzati dai social media, secondo Sprout Social.

Questo fenomeno è comune sia per le aziende B2B che per le aziende B2C.

Che i social media abbiano rivoluzionato il modo in cui le persone valutano e acquistano prodotti e servizi non è  una novità.

Innanzitutto, bisogna evidenziare l’importanza che ha guadagnato quello che è l’ultimo step del processo di acquisto: il post-acquisto.

In particolare ci riferiamo alle possibili esperienze di acquisto che un cliente condivide sui social e che hanno il grande potere di influenzare a loro volta le decisioni di altri consumatori.

Secondo un’indagine del 2016 condotta da PwC, il 45% dei partecipanti leggendo recensioni e feedback online, hanno confermato di essere stati influenzati riguardo l’acquisto di quel prodotto o servizio.

L’80% degli utenti secondo Forbes inoltre sono più propensi a comprare se consigliati da un amico. Del resto, se tu dovessi acquistare qualcosa ti fideresti di più dell’opinione di uno sconosciuto o di un amico fidato?

Le persone vengono influenzate anche dai feedback degli Influencer.

Chi sono gli Influencer?

Gli Influencer sono quelle persone che, dopo aver testato un prodotto, condividono le proprie esperienze e conoscenze con i loro follower su diverse piattaforme social, utilizzando diversi strumenti: dai video su YouTube, agli articoli sui blog fino ad arrivare alle IG stories di Instagram.

Fanno parte degli Influencer anche i micro-influencer di Instagram ovvero quelle persone seguite da più di 10mila follower e sono ingaggiate dai brand per promuovere i loro prodotti e servizi.

 

Quali sono i social più influenti nel processo d’acquisto?

social media

Una ricerca afferma che su Twitter il 40% percento degli utenti dichiara che un Influencer riesce a convincere all’acquisto di un prodotto o servizio, mentre il 20% afferma la propensione alla condivisione del prodotto raccomandato dallo stesso. In questo processo, diventano dei consiglieri fidati al pari di un amico.

Mentre Twitter sfrutta il potere della condivisione e delle creazione del cosiddetto word-to-mouth o passaparola, Instagram sfrutta il potere del visual e dello storytelling. Con l’avvento delle Ig Stories, infatti, il ruolo di Instagram, come strumento usato dagli Influencer, ha acquistato grandissimo valore in termini di fidelizzazione dei clienti, principalmente perché le storie riescono a suscitare nel consumatore emozioni, considerate, in molti casi, l’elemento trainante dell’acquisto.

Una ricerca scientifica ha analizzato come i micro-influencer di Instagram riescano a portare i loro follower all’acquisto, individuando principalmente tre strumenti di marketing: l’utilizzo di codici sconto personalizzati, la spiegazione delle caratteristiche del prodotto e i consigli su come utilizzarlo.

Analizzando questo fenomeno, biosgna considerare anche l’altro lato della medaglia, in particolare il fatto che un Influencer possa essere pagato da un brand per mentire sui vantaggi e gli aspetti positivi per incrementare le vendite.

In genere più un Influencer è famoso più c’è il rischio che venga “comprato” dai brand, dato che è in grado di raggiungere potenziali clienti su ampia scala.

Nonostante sia difficile generalizzare il fenomeno degli Influencer, è possibile affermare che, almeno in parte, quest’ultimi possono avere un ruolo chiave nel processo d’acquisto, specialmente nei confronti dei Millennial.

È evidente che le imprese per vendere devono avere una forte presenza sui social media. La presenza di un’azienda sui canali social ha una grande influenza nel comportamento di acquisto degli utenti.

Farsi pubblicità tramite i social media è diventato semplice, così come decidere di attirare l’attenzione di un target sempre più dettagliato. I pubblicitari possono posizionare le pubblicità a seconda degli obiettivi della loro azienda, come stabilire la brand awareness o incrementare le vendite.

Quando un utente clicca su una pubblicità apparsa su un social e viene indirizzato al sito web dell’azienda, è già a buon punto per acquistare il prodotto.

La pubblicità sui social network può essere molto efficace anche per far sì che un cliente continui ad acquistare, fornendogli una specie di promemoria per comprare ancora il prodotto X, o mostrare prodotti simili con attività di remarketing o retargeting.

Se un brand non è abbastanza presente sui social media sarà difficile convincere gli utenti che sia un’azienda credibile e affidabile. Avere un account aggiornato, ricco di post recenti che mostrano i prodotti e/o servizi dell’azienda la renderà immediatamente più affidabile e trasparente agli occhi dei visitatori.

 

Se desideri implementare una strategia di social media marketing efficace e su misura per la tua azienda, rivolgiti a NG s.r.l.!

contattaci

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Azienda informatica giovane e dinamica che si occupa di grafica, web marketing e comunicazione.

Guarda Anche

Instagram fa pulizia

Instagram fa pulizia: addio ai falsi follower

Instagram fa pulizia: addio ai falsi follower Pulizie di Primavera? non proprio… Le pulizie contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *