Home / Strategia Marketing / Pubblicità Creativa Facebook
Pubblicità Creativa Facebook

Pubblicità Creativa Facebook

Eccoci qui, anche noi a parlare del copy di Unieuro. Pubblicità creativa su Facebook, è da Visionari o da Fuffaroli? 

Vediamo i 2 schieramenti che scendono in campo:

Da una parte, i paladini del Marketing a Risposta Diretta che avanzano al grido: “vendere non è importante, è l’unica cosa che conta!”.

Dall’altra, i Creativi, uniti sotto la voce: “l’importante è che se ne parli”.

Un incontro forte e decisivo. Qui si fa la storia. Ma prima, qual è l’oggetto di contestazione?

 

Pubblicità Creativa su Facebook

Il Caso Unieuro

 

Questo è un normalissimo post che parla di questa ottima lavatrice LG scontata del 54%. Non c’è altro da vedere….

Pubblicato da Unieuro su Martedì 12 gennaio 2021

 

Unieuro esce con questo post dove il Copy finge di parlare della sua esperienza e di cosa fa nella vita.

 

La strategia fa letteralmente IMPAZZIRE i fan boy del Marketing Creativo. I commenti tipo sono:

  • “A me è venuta voglia di comprarmi la lavatrice da Unieuro”
  • “Sicuramente non penso a Trony o Mediaworld dopo questo”
  • “Geni, infatti sono una delle migliori agenzie in Europa, hanno capito come/dove e quando colpire il pubblico, dei Geni della comunicazione”
  • “Io se avessi bisogno di una lavatrice la comprerei di corsa. L’offerta è veramente molto vantaggiosa e il post fa spaccare dal ridere”

Nel bene o nel male purché se ne parli. Il solo fatto che esista questo post vuol dire che la campagna di Unieuro sta funzionando in qualche modo

 

Di tutt’altro avviso invece i Marketer della vecchia scuola, più mirati alla vendita:

  • “Niente di che. Stiamo ai livelli di scemo chi legge.”
  • “Tante visualizzazioni…poca sostanza. Rimane il fatto che sa il fatto suo.”
  • “Arrivare a molti, non sempre vuol dire arrivare alle persone giuste.”

 

Ma per esaminare meglio la strategia, è meglio vederla da più punti di vista, quindi andiamo a scorporarla:

 

Offerta

Far partire un Funnel da un’offerta economica importante non è una brutta idea se lo scopo finale è:

  • liquidare velocemente il magazzino quindi accelerare il flusso di cassa.
  • utilizzare questa prima offerta come front-end forte per poi portare le persone in negozio e fare up e cross-selling.

Ma qui casca l’asino…

Una bella tabella comparativa (nel rispetto assoluto delle normative vigenti, ci mancherebbe) con prodotti di gamma similare ma di altre aziende avrebbe reso un favore sicuramente migliore ai soldi spesi per questo post.

 

Proviamo a vedere a che prezzo mettono le altre aziende la stessa lavatrice:

 

Rivenditore Prezzo Offerta
Unieuro 499€ Offerta Lavatrice Unieuro
Mediaworld 449€ Offerta Lavatrice MediaWorld
Generico 460€ Offerta Lavatrice Generico

 

Insomma, se pensiamo che il nostro Target sia un minimo consapevole, e ti assicuro che prima di spendere 500€ uno una ricerca su Google la fa, e scopre che queste grande offerta non è poi così irresistibile.

L’idea di mettere il prezzo più basso, può funzionare solo se in un breve periodo vuoi accaparrati i clienti della concorrenza, sennò come sempre la tua offerta dovrebbe parlare di:

  • Posizionamento,
  • Garanzie,
  • Testimonianze,

se vendi lo stesso prodotto degli altri (non uno simile, ma proprio lo stesso), ma ad un prezzo più alto, la tua strategia potrebbe non essere poi così geniale.

Il problema è tutta la parte creativa che viene dopo l’offerta non aiuta minimamente a scegliere questo prodotto invece che altri prodotti (magari ugualmente in sconto) della concorrenza.

Non una grande partenza per il Marketing Creativo su Facebook…

 

Target

E qui ci divertiamo…

 

Unieuro Offerta Noiosa

Unieuro Offerta Creativa
Unieuro Offerta Lavatrice Noiosa Offerta Lavatrice Unieuro

Data: 8/01/2021

Data: 12/01/2021

Reazioni: 560

Reazioni: 61.549

Commenti: 207

Commenti: 13.610

Condivisioni: 44

Condivisioni: 11.430

 

Mettiamo che un annuncio converta il 3% delle persone che lo visualizzano. Se quell’annuncio viene visto da 100 persone, genera 3 vendite. Se quell’annuncio viene visto da 1000.000 persone, genera 3000 vendite.

Se si pensa che l’offerta sia l’unica cosa importante del post, si commette un grave errore. Infatti, basta tornare indietro di solo 4 giorni per vedere i risultati di un post qualsiasi a confronto di quello creativo.

Quindi, in linea teorica, il loro tasso di conversione dovrebbe essere molto simile. Facciamo pure uguale. Diciamo che è del 2%. (Stiamo sparando numeri a caso solo per l’esempio).

Il post con solo l’offerta e non la parte creativa è stato visto solo da 10,000 persone (numero sparato a caso per l’esempio).

Il post con invece anche la componente creativa/di intrattenimento é stato visto da 1,000,000 di persone (anche questo numero sparato a casissimo).

Se entrambi convertono al 2%;

– Il primo fa 200 vendite

– Il secondo fa 20,000 vendite.

Non è la stessa cosa…

Ovviamente però, molte delle persone che stanno guardando il post non sono per nulla in target, e più allargo il mio pubblico, minore è la percentuale di persone interessate a comprare. Quindi magari il primo annuncio/post:

– Converte al 2% (perché visto da poche persone qualificate)

– Mentre il secondo non converte più al 2% ma allo 0,2% (perché viene visto da tantissime persone, di cui molte, magari, poco qualificate).

E nonostante il tasso di conversione 10 volte più basso…il secondo annuncio venderebbe comunque 10 volte tanto!!

 

Conclusioni: la pubblicità creativa su Facebook è utile?

Ci sarebbero davvero un altro miliardo di ragionamenti da fare, te ne raccolgo 3 in breve:

 

Il traffico su Facebook può aiutare a rendere i tuoi prossimi contenuti più visibili

La pagina Facebook non è come una lettera di vendita. Su questa piattaforma devi coltivare la tua community, farla cresce.

Quindi ci sta che non tutti i post siano esclusivamente finalizzati alla vendita.

 

Un annuncio che non contribuisce a fissare il tuo posizionamento nella testa del cliente è inutile nel lungo periodo.

Lo diceva Ogilvy e vale ancora oggi. 

L’obiettivo della tua comunicazione è dara vita ad un Brand. La via più facile è il continuare a ripetere il perché tu sia diverso dagli altri, trovare un attributo che ti contraddistingue che possa essere valido per il tuo cliente. Infine, prendi le storie di successo dei tuoi clienti e raccontale.

Questo post non fa nulla di tutto questo.

 

Le persone dovrebbero parlare dei tuoi risultati, non della tua pubblicità

Uno dei mali della pubblicità creativa, è che porta i clienti a pensare più alla tua pubblicità che alla trasformazione che puoi offrire. 

Questo semplicemente non è utile per te….

 

Non puoi fare affidamento a strategia di Marketing che non siano ripetibili e misurabili se vuoi costruire la tua azienda su solide basi.

Oggi funziona ma domani? Dopodomani? Per quanto puoi andare avanti ad occhio?

La tua azienda deve basarsi su procedure ripetibili.

 

Insomma, noi ti sconsigliamo di adottare una strategia simile per la tua azienda, perché:

  • non sai se funziona
  • se non ha già un pubblico di riferimento abbastanza vasto non diventerai virale,
  • non sei certo del ritorno sull’investimento,
  • anche se dovesse funzionare non sei certo di poterlo ripetere.

 

Come acquisire clienti su Facebook?

Se vuoi che le persone vedano e acquistino il tuo prodotto sta a te andare da loro, non il contrario!

Il primo passo da fare se vuoi acquisire clienti è andare tu  alla ricerca dei tuoi potenziali clienti a sottoporgli i tuoi materiali.

Il primo step è scovarli, individuarli, analizzarli, profilarli, crearti la tua cerchia e poi guidarli verso il tuo prodotto.

Può sembrare un concetto complesso, ma credimi che una volta che lo avrai compreso sarai in grado di gestire con le tue mani il flusso di acquisizione dei clienti.

Il modo migliore per passare da un flusso incontrollato a uno controllato che ti consente di acquisire clienti è l’impiego di traffico a pagamento.

Questa è la vera priorità che devi avere sempre in mente quando decidi di far crescere la tua azienda. Certamente, si tratta di un metodo che necessita di risorse finanziarie, seppur modeste. Fare marketing, quello vero che funziona, richiede un certo tipo di investimento.

Ecco perché quando vai alla ricerca dei tuoi potenziali clienti, la tua priorità dev’essere quella di vendere subito! Indipendentemente dallo strumento che decidi di utilizzare per agganciare e acquisire nuovi clienti paganti.

Lo puoi fare ad esempio creando un funnel, partendo quindi subito con la vendita di un prodotto di front end e che dunque sarà in grado di profilare i potenziali clienti disposti a pagare, in quanto già predisposti ad acquistare il tuo prodotto.

 

Vuoi iniziare ad investire sul traffico a pagamento sui social? Richiedi ora un’analisi di marketing a risposta diretta. Progetteremo il tuo funnel di vendita per creare un flusso costante di clienti in entrata per la tua azienda:

 

 

 

Riguardo a Comunicafacile Staff

Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Differenza fra Pubblicità Creativa e Marketing a Risposta Diretta

La Differenza fra Pubblicità Creativa e Marketing a Risposta Diretta

Oggi una nostra cliente ci ha mandato un’email di un nostro “competitors” che le ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *