Home / Marketing / Perché usare il marketing a risposta diretta?
perché marketing a risposta diretta

Perché usare il marketing a risposta diretta?

In quali casi è meglio usare il marketing a risposta diretta invece di altre strategie?

Chi ti dice che il suo prodotto va bene per tutti, o ti sta vendendo aria o ti sta mentendo.

Ogni cosa è più adatta in alcune situazioni e meno adatta in altre, questo vale anche nel marketing.

Esistono più tipi di strategie da poter mettere in campo, ma alla fine solo alcune sono davvero efficaci e producono un ritorno.

Ecco i casi in cui usare il marketing a risposta diretta:

  • Sei una PMI in un settore dove non sei il leader
  • Sei attendo ai tuoi soldi e non li vuoi bruciare
  • Vuoi emergere dalla massa
  • Usi solo il passaparola

– Sei una PMI in un settore dove non sei il leader

Ogni settore di mercato ha un’azienda più grande che lo controlla, che prende la percentuale più grande di vendite.

Se non sei quel negozio più grande allora è uno dei casi in cui dovresti usare il marketing a risposta diretta.

Per esempio per le bibite gasate esiste Coca-Cola.

Se non sei Coca-Cola e vuoi vendere la tua bibita gassata potresti pensare di mandare un annuncio in TV, magari così persuasivo da riuscire a far venire subito sete a qualsiasi spettatore.

Una meraviglia della psicologia della vendita, eppure c’è un grosso problema.

Chiunque vede il tuo spot, quando avrà sete non verrà a comprare la tua bevanda, anche se è grazie al tuo spot che si è accorto di avere sete, ma andrà da Coca-Cola.

Questo perché quello è il prodotto già conosciuto e che trovano più facilmente a portata di mano.

Quando non fai un buon marketing, il player più grande del tuo settore “mangia” tutto il tuo budget pubblicitario.

Succede molto più spesso di quanto immagini, ma c’è una soluzione.

Grazie al marketing a risposta diretta, puoi fare degli annunci mirati per ricevere richieste di vendita.

Creando degli annunci che contengono una “Call-to-action” puoi portare gli spettatori ad entrare subito in contatto con te.

Ogni tuo materiale di marketing non deve essere solo persuasivo, ma ancora più importante, deve condurre direttamente a te.

Quindi, se sei una PMI sei un uno di quei casi in cui è meglio usare il marketing a risposta diretta, questo perché sennò il tuo budget viene prosciugato, senza che tu te ne accorga, da un’impresa più grande.

– Sei attendo ai tuoi soldi e non li vuoi bruciare.

Ti sei mai accorto che McDonald’s sponsorizza mondiali ed olimpiadi?

Perché un fast food dovrebbe pubblicizzare degli eventi così lontani dalla sua natura?

Ovviamente perché questi vengono seguiti da tutto il mondo e McDonald’s vuole entrare nella testa di tutte le persone. Ma questo costa un’assurdità in termine di costi e probabilmente la tua azienda non ha lo stesso budget.

Eppure molte PMI vogliono comparire il più possibile in giro, senza accorgersi del proprio errore.

Quando non si hanno milioni da spendere in marketing, è meglio comparire davanti a poche persone ma tanto interessate, piuttosto che a tante ma a poco interessate.

Se ti relazioni cono il tuo giusto target le tue vendite aumenteranno esponenzialmente.

Il marketing a risposta diretta ti aiuterà a trovare il tuo giusto target di riferimento e risparmiare soldi che avresti buttato al vento.

– Vuoi emergere dalla massa

Vendi un prodotto specifico?

Prova ad aprire Amazon e vedere quante copie del tuo prodotto esistono.

Anche se eroghi un servizio o se vendi un prodotto non presente su Amazon sei sicuramente pieno di concorrenza che magari neanche conosci!

Come fare a combatterla senza un inutile guerra sul prezzo?

Devi pensare “fuori” dagli schemi, ma senza inventare nulla di nuovo.

Può sembrare strano ma in realtà è molto facile.

Quasi tutte le imprese si muovono nel marketing nello stesso modo, facendo le stesse offerte, copiandosi le pagine internet e con altri stragemmi semplici.

Per battere tutti questi cavernicoli del marketing basta usare qualche semplice strumento del marketing a risposta diretta e i risultati sono garantiti.

Hai mai visto ad esempio in giro per Rovigo qualche Newsletter cartacea?

Se non sai cosa siano guarda qua

Con poche semplici mosse, riuscirai ad emergere dalla massa per avere successo.

– Usi solo il passaparola

Un’azienda che usa solo il passaparola, sta buttando via la sua possibilità di crescere veramente.

Certo che magari anno dopo anno il suo fatturato cresce, ma sta gettando al vento molte delle sue potenzialità.

Questo perché ormai i consumatori si sono sviluppati e cercano i prodotti da acquistare online.

Prima bisognava andare sulla parola degli amici che si erano travati bene con un certo prodotto per sapere cosa acquistare.

Ora grazie ad interne possiamo vedere milioni di dati, caratteristiche e recensioni.

Per fare marketing davvero, il passaparola non basta!

Se vuoi partire con un piano preciso e che ti porti subito a dei risultati allora devi pensare al marketing a risposta diretta

Quindi perché usare il marketing a risposta diretta?

Misurabilità ed efficacia.

Sono un po’ queste le parole chiave del marketing a risposta diretta.

Date le sue caratteristiche, nei case study si evidenzia come il marketing a risposta diretta dia il meglio di sé con le piccole e medie imprese.

È per questo che abbiamo deciso di dare l’opportunità ad alcune PMI di Rovigo di ricevere una consulenza gratuita per sapere se il marketing a risposta diretta vada bene per loro.

Di solito questa consulenza la facciamo pagare 250€ + IVA, ma vogliamo dare ad ogni imprenditore la possibilità di veder crescere la propria impresa.

Vuoi ricevere la tua consulenza gratuita? Vai qui

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Marketing piccole aziende di Rovigo

Come avere un Delegato Marketing nella tua piccola azienda, senza pagare 2000€ di stipendio!

Se sei un imprenditore che è quasi (ma non del tutto) soddisfatto della sua azienda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *