11 dicembre 2018
Home / Marketing / PERCHE’ LA PUBBLICITA’ CREATIVA E’ UNA STRATEGIA DI MARKETING SBAGLIATA
pubblicità creativa

PERCHE’ LA PUBBLICITA’ CREATIVA E’ UNA STRATEGIA DI MARKETING SBAGLIATA

PERCHE’ LA PUBBLICITA’ CREATIVA E’ UNA STRATEGIA DI MARKETING SBAGLIATA

La pubblicità creativa è una delle strategie di marketing più subdole e diffuse. Subdola in quanto si crede erroneamente che la “creatività pubblicitaria” sia la base di un marketing di successo, ma non è così.

Le piccole e medie imprese pensano che una campagna pubblicitaria creativa e d’impatto possa fare la differenza, perchè secondo i pubblicitari e molti loro clienti, le persone agiscono guidate dall’emozione e quindi la creatività pubblicitaria può diventare un vantaggio competitivo.

Ma la realtà è diversa. Richard e Bernice Lazarus, professori di psicologia all’Università della California, Berkeley, e autori di un libro sul rapporto tra emozione e ragione, in base ai loro studi dimostrano che i nostri comportamenti possono essere veicolati dalle emozioni, ma alla guida ci devono essere la ragione e la coerenza.

Un’altra pscicologa americana, Carol Moog, spiega che le persone considerano sempre le varie ipotesi e le varie differenze prima di prendere una decisione, indipendentemente dalla spinta emotiva. La realtà del mercato è altrettanto chiara: non c’è alcuna correlazione tra la pubblicità creativa e i risultati di mercato.

PERCHE' LA PUBBLICITA' CREATIVA E' UNA STRATEGIA DI MARKETING SBAGLIATA

In molti casi, di campagna pubblicitarie acclamate dagli esperti del settore, le vendite sono addirittura scese. La maggior parte delle aziende italiane ritiene che fare pubblicità non significare fare “campagne pubblicitarie creative”, ma degli investimenti mirati in marketing online con l’obiettivo di far conoscere il proprio sito web, e ci sono tanti imprenditori che conoscono i concetti del marketing diretto e investono in campagne pubblicitarie online che fanno lead generation.

Ma questo non serve ad evitare le trappole della pubblicità creativa sbagliata. Infatti, la maggioranza di aziende che fa marketing online utilizza un messaggio creativo inefficace, se non addirittura errato.

Immagine correlata

Si assiste spesso a tecniche di creatività pubblicitaria “a risposta diretta” prese pari pari, senza alcun adattamento, dalla realtà americana, dove queste tecniche hanno origine e dove gli esperti italiani le imparano.

Il problema di utilizzare formule di marketing americane, invece che dei contenuti basati su un efficace brand positioning. Non serve pubblicare video online, utilizzare complessi funnel con richieste di email a fronte di offerte di informazioni, applicare le formule segrete del copywriting, se non comunichi un messaggio differenziante basato sul brand positioning. Troppi imprenditori cadonono nella trappola delle pubblicità creative.

Se le grandi aziende sperperano milioni di euro in “pubblicità creative“, le piccole aziende buttano via migliaia di euro in “marketing diretto all’americana”.

Per essere efficace, una campagna pubblicitaria deve essere basata su un brand positioning efficace non il contrario. Ecco perchè è più importante un buon brand positioning di una buona pubblicità.

Scarica ora la nostra nuova guida GRATUITA sull’Inbound Marketing!

CLICCA QUI

 

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Azienda informatica giovane e dinamica che si occupa di grafica, web marketing e comunicazione.

Guarda Anche

Instagram fa pulizia

Instagram fa pulizia: addio ai falsi follower

Instagram fa pulizia: addio ai falsi follower Pulizie di Primavera? non proprio… Le pulizie contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *