Home / Strategia Marketing / Il marketing dei Micro-Influencer
Influencer_ngsrl

Il marketing dei Micro-Influencer

E’ nato un nuovo tipo di marketing: il marketing dei Micro Influencer  

marketing

E’ nato un nuovo modo di fare marketing senza spendere cifre esorbitanti: il marketing dei micro-influencer.

Una celebrità ti ha mai convinto a comprare qualcosa? Se la risposta è sì – non sei l’unico. Di recente, un cane famoso ha convinto un mio amico ad acquistare una Go-Pro. Per una creatura che non parla nemmeno, è davvero un bravo marketer!

Le foto di Instagram di @loki_the_wolfdog sono un esempio perfetto di influencer marketing, che consiste nello sviluppare relazioni con personalità influenti per pubblicizzare il tuo brand con i suoi seguaci. Loki the Wolfdog ha più di 1 milione di seguaci su Instagram e ha pubblicizzato meglio di chiunque altro la famosa fotocamera Go-Pro.

Recentemente è nato una nuova corrente, meglio nota come micro influencer marketing emersa dal mondo dei social media. È lo stesso concetto di influencer marketing, ma su scala ridotta: i brand collaborano con persone con meno seguito sui social media per promuovere prodotti con post dall’aspetto più autentico, invece delle impersonali pubblicità degli sponsor.

In questo articolo vi diremo tutto ciò che c’è da sapere sui micro-influencer, quali brand li stanno utilizzando con successo, e come ti puoi connettere con loro per promuovere il tuo blog.

 

Cos’è un Micro-Influencer?

I micro-influencer sono degli utenti dei social media che si distinguono dalle celebrità e dalle figure pubbliche perchè hanno meno follower.

Sono delle persone che lavorano o sono specializzate in un determinato settore, e condividono quotidianamente dei contenuti sui social media riguardo le loro passioni. A differenza degli “influencer” tradizionali, i micro-influencer hanno un numero modesto di seguaci – di solito un centinaio o sui diecimila – ma vantano un pubblico incredibilmente fidelizzato.

Per esempio un yoga influencer potrebbe avere milioni di seguaci che praticano anche loro yoga. Un yoga micro-influencer di solito possiede qualche centinaio di seguaci e posta video istruttivi su Instagram per i loro fan da provare a casa, ma le attività di un loro post è direttamente proporzionale alla quantità dei loro seguaci su Instagram.

 

Il Valore dei Micro-Influencer

Utilizzare i micro-influencer potrebbe sembrare controproducente. Perché cercare qualcuno con meno follower per promuovere il proprio brand?

Ci sono molte ragioni per credere che i micro-influencer siano perfetti per pubblicizzare il proprio brand. I micro-influencer hanno il miglior tasso di fidelizzazione.

Il sito Markerly ha studiato la fidelizzazione di Instagram e ha scoperto un trend sorprendente: con l’aumento del numero dei follower degli influencer, corrisponde una diminuzione del numero dei “mi piace”.

Nella sua analisi Markerly ha determinato:

  • Gli utenti di Instagram con meno di 1.000 seguaci generano l’8% di “mi piace” in più
  • Gli utenti che hanno tra i 1,000- 10,000 seguaci hanno un tasso di “mi piace” del 4%
  • Gli utenti che hanno tra i 10,000-100.000 seguaci hanno raggiunto un tasso di “mi piace” del 2.4%
  • Gli utenti con 1-10 milioni di “mi piace” guadagnano dei “mi piace” solo nel 1.7% del tempo.

Diamo un’occhiata al crollo grafico dei “mi piace” e dei commenti con l’aumentare dei seguaci:

 

marketing

 

Markerly consiglia ai brand di seguire i micro-influencer che hanno un seguito che si aggira sui 1,000-10,000 follower. Con i micro-influencer, i brand possono raggiungere un alto tasso di fidelizzazione su un pubblico altrettanto ampio. In un recente studio condotto da Experticity, i micro-influencer hanno 22.2X conversazioni in più rispetto agli altri utenti di Instagram – la maggior parte perché sono appassionati ed esperti in quello che fanno!

 

I micro-influencer hanno un pubblico più mirato

Markerly ha inoltre notato che i micro-influencer hanno un seguito più omogeneo rispetto agli influencer con migliaia o milioni di seguaci.

Pensaci: se un brand di abbigliamento sceglie di collaborare con una celebrità con un profilo Instagram con milioni di seguaci, molti di loro potrebbero non essere interessati alla moda. Invece, se il brand di abbigliamento contatta 100 fashion blogger con 1,000 seguaci ciascuno, sarà in grado di connettersi con un pubblico più mirato e fidelizzato.

Il CEO di Markerly e co-fondatore Sarah Ware ha dichiarato al Digiday che una loro collaborazione con le sorelle Kardashian e le sorelle Jenner per promuovere un the dietetico ha fatturato cifre astronomiche. Ad ogni modo, Ware ha anche notato che lavorando con 30-40 micro-influencer ha portato a un tasso di conversione più alto rispetto alle celebrità che hanno pubblicizzato precedentemente il the. Infatti, l’82% dei clienti intervistati da Experticity hanno affermato che sono più inclini a seguire un consiglio di un micro-influencer.

 

I Micro-Influencer sono più economici.

I micro-influencer costano meno delle celebrità o i profili con milioni di seguaci. Le celebrità spesso chiedono più di 1000 euro per ogni foto pubblicitaria su Instagram. A differenza loro, il 97% dei micro-influencer su Instagram costa meno di 500 euro per foto promozionale. I brand di solito lavorano con più di uno micro-influencer per massimizzare le loro entrate, ma anche 100 micro-influencer costerebbero meno di una celebrità su Instagram.

Per i micro-influencer con seguiti più ridotti, i brand per farsi pubblicità potrebbero semplicemente regalargli i loro prodotti. Secondo Digiday, La Croix Sparkling Water ha inviato a dei micro-influencer dei voucher per i loro prodotti.

I micro-influencer sono più autentici.

I micro-influencer sono persone comuni, autentiche, quindi anche i loro contenuti su Instagram lo sono. Gli utenti di Instagram con qualche centinaio di follower sono più propensi a postare i loro contenuti, rispondere ai commenti, e si comportano in modo più autentico rispetto a una celebrità o un brand gestito da un social media manager. Se un micro-influencer promuove un brand, i loro seguaci saranno più propensi a cliccare sul brand per saperne di più.

Inoltre Instagram ha recentemente cambiato il proprio algoritmo per rispecchiare Facebook. Adesso, i post dei profili che gli utenti seguono e interagiscono di più compaiono per prima in cima e automaticamente viene data la priorità ai contenuti di qualità rispetto ai contenuti promozionali delle multinazionali. Questo potrebbe rendere i contenuti dei micro-influencer più visibili dei contenuti delle celebrità se l’algoritmo determina che gli utenti potrebbero essere più interessati.

Se ti stai chiedendo perché abbiamo menzionato esclusivamente Instagram in questo articolo, è perché i micro-influencer sono diventati famosi come strategia di marketing principalmente su questa piattaforma. Dato che Instagram è un social network visivo, per i micro-blogger è facile postare foto di prodotti e pubblicizzare i brand invece che scrivere un tweet promozionale o un post di Facebook. Il marketing dei micro-influencer non può essere fatto sugli altri social network, perché la sezione “Esplora” di Instagram aiuta gli utenti a trovare e interagire con i contenuti dei micro-influencer in modo più facile.

 

Esempio di un micro-influencer di successo:

Stitch Fix

 

Il sito di personal shopper Stitch Fix invita spesso i micro-influencer a contribuire con delle foto al loro profilo Instagram.

Nel post qui sotto, Stitch Fix ha scritto una didascalia chiedendo a una fashion blogger micro-influencer come si veste per il suo tipo di corpo:

 

marketing

La micro-influencer ha pubblicato la foto sul profilo Instagram del brand, ha taggato Stitch Fix, e poi ha condiviso la foto anche sul suo profilo personale.

La strategia dei micro-influencer funziona perché porta un grande traffico sul blog e il profilo instagam del brand, facendolo crescere esponenzialmente. Cerca di contattare i micro-influecer proponendogli di pubblicare dei loro contenuti sul tuo profilo Instagram e di pubblicizzare il post nei loro social media per fidelizzare i loro seguaci e lettori.

 

Stay tuned, big news will arrive soon!

 

 

 

Riguardo a admin

Guarda Anche

Modello Azienda Futuro

Un modello per l’azienda del futuro? Il caso Netflix

Netflix sa come si racconta una storia, e forse proprio per questo è mitologica anche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *