Home / Marketing / Le ultime novità di giugno su Google
google novità

Le ultime novità di giugno su Google

Nel mese scorso Google ha introdotto molte novità e apportato una serie di cambiamenti: ha cambiato l’algoritmo, sono state aggiunte nuove funzionalità e nuovi filtri di ricerca.

Per questo motivo noi di NG s.r.l. abbiamo creato una lista per evidenziare i cambiamenti più importanti del mese scorso.

 

  • Aggiornamenti sull’algoritmo

Sono state apportate delle piccole modifiche all’algoritmo di Google.

A maggio, Google ha arricchito gli snippet che si trovano sotto gli URL dei siti, incluse delle liste di siti di lavoro nelle pagine dei risultati di ricerca.

Uno dei primi a scoprire questa novità è stato Dan Shure di Moz Associate che ha condiviso su Twitter delle immagini della sua scoperta:

dan shure

 

Questa novità è stata confermata da Google, presentando ufficialmente il 20 giugno Google for Jobs.

“A partire da oggi, per chi cerca in Inglese dallo smartphone e dal computer “lavori vicino a me”, “lavori da insegnante”, o ricerche simili, vedrà degli approfondimenti nei risultati che ti permetteranno di esplorare i lavori nel web”, ha scritto il manager di Google Product Nick Zakrasek in un annuncio ufficiale.

“Per molti lavori appariranno delle recensioni con un punteggio da parte degli impiegati provenienti da siti affidabili, assieme alla descrizione del lavoro, e se siete iscritti per alcuni lavori potrete anche vedere quanto dista il tragitto dal luogo di lavoro a casa vostra”.

Zakrasek ha descritto queste novità come un work-in-progress, dichiarando che più avanti verranno aggiunti altri filtri e dettagli nelle liste e che verranno integrati nell’algoritmo di Google per ottenere risultati migliori.

  • Nuove misure che bloccano le pubblicità

Il 1 giugno, Google ha annunciato che reprimerà sui siti tutte le pubblicità invadenti. E mentre questa è una bella notizia per molti, alcuni content creator che si affidano alle entrate delle pubblicità saranno un po’ meno conenti.

Ma l’intento di Google non è quello di rimuovere completamente le pubblicità – piuttosto, un incentivo per i webmaster di passare dalle pubblicità digitali che interrompono la lettura dei contenuti, senza perdere le entrate derivanti dalla pubblicità.

Questo è il risultato dalla collaborazione di Google con Coalition For Better Ads, che di recente hanno sviluppato la Better Ads Standards (ovvero Standard per migliori pubblicità) – una serie di regole che fanno da prototipo su come dovrà essere la pubblicità per i content creator di Google.

Una volta che gli autori hanno modificato le pubblicità per andare incontro ai nuovi standard, in seguito possono usare Google Ad Experience Report per testare se stanno violando le nuove regole.

https://www.google.com/webmasters/tools/ad-experience-unverified?hl=en&pli=1

A questo punto, non è chiaro quali conseguenze ci saranno per queste violazioni. L’annuncio ufficiale non riporta se si verificheranno delle ripercussioni sulla classificazione dei risultati nelle pagine di ricerca, ma è molto probabile di sì.

 

  • Le email non verranno più scansionate (per la pubblicità)

Secondo i dati di Google, esistono più di tre milioni di aziende che usano G Suite e i suoi servizi di email, video e archiviazione cloud delle applicazioni.

E mentre gli utenti di G Suite non sono mai stati soggetti alla scansione di email per le pubblicità personalizzate, adesso, anche gli utenti Gmail possono scegliere di non far scansionare la loro posta elettronica.

Gli utenti di Gmail andando su Impostazioni, possono far sì che i loro dati non vengano più scansionati per le pubblicità personalizzate.

“Gli utenti di G Suite e Gmail possono star certi che Google manterrà al sicuro la loro privacy mentre continuiamo ad innovarci” ha scritto il Vice Presidente Senior di Google Cloud, Diane Greene.

“Gli utenti ora più che mai possono controllare le informazioni che condividono con Google andando su myaccount.google.com”.

 

  • Le aziende possono pubblicare post con “Google My Business”

Sono stati introdotti degli aggiornamenti molto simili a quelli dei social network riguardo le attività sui risultati di ricerca di Google.

D’ora in poi per tutti gli utenti di Google My Business, sarà possibile pubblicare dei post, creare dei contenuti specifici per la propria azienda – come eventi, prodotti, e servizi – che potranno apparire direttamente nei risultati delle pagine.

Ecco qui un esempio:

Risultati immagini per Junzi Kitchen google mybusiness

 

  • Altre novità che ti sei perso

Ironico come al giorno d’oggi ci siano moltissime opzioni per passare il tempo e divertirsi, ma ci si annoi comunque. Ma adesso, quando Netflix non funziona, Google ha semplificato le cose nella vita reale.

Solo nell’app mobile di Google, si può cercare nella barra di ricerca “eventi vicino a me” mostrando una pagina di risultati di ricerca specifici con un calendario di tutti gli eventi locali.

E adesso se vuoi cercare delle GIF su Google Immagini, il nuovo filtro ti aiuterà perchè è posizionato al di sotto della barra di ricerca.

IMG_2883.png

  • Recensioni degli hotel

Google sta testando il nuovo sistema di categorizzazione per le recensioni degli hotel. Google ha svelato dei filtri di ricerca molto dettagliati per gli hotel e dei filtri dettagliati di ricerca nel luglio 2016, e adesso, sembra che li stia implementando.

Sergey Alakov ha illustrato i dettagli e i possibili cambiamenti nel suo blog, che permetterebbo agli utenti di restringere le recensioni a seconda del tipo di viaggiatore, come viaggiatori in solitario, coppie, o famiglie con bambini.

Se questa caratteristica vi sembra familiare, è perchè è simile a quella di TripAdvisor che permette ai viaggiatori di filtrare le recensioni a seconda del punteggio, del tipo di viaggiatore, e del periodo in cui si desidera viaggiare. Adesso, Google potrebbe aggiungere anche questa funzionalità.

 

 

Scarica la nostra nuova guida GRATUITA sull’Inbound Marketing

CLICCA QUI

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Come fare storytelling

Come fare storytelling davvero anche senza essere scrittori esperti

Ci sono milioni di noiossissimi e lunghissimi libri che provano a spiegare come fare storytelling. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *