Home / Marketing / LA BREVE E UTILE GUIDA A GOOGLE KEEP

LA BREVE E UTILE GUIDA A GOOGLE KEEP

LA BREVE E UTILE GUIDA A GOOGLE KEEP DI COMUNICAFACILE

Essere sempre organizzati non è semplice, per questo Google ha creato Google Keep.

Che cos’è Google Keep?

Google Keep è un’applicazione gratuite per prendere note sviluppato da Google. Lanciata all’inizio del 2013, questo servizio può essere utilizzato per creare, gestire e condividere note, liste, immagini e note vocali attraverso diversi strumenti. Attualmente Google Keep è disponibile sul web e per i sistemi operativi Android e iOS.

Il più grande vantaggio di Google Keep paragonato alle altre app per prendere note, è sicuramente la sua semplicità. L’interfaccia è minimale ed intuitiva e ti permette di iniziare a prendere note ed organizzarle in un batter d’occhio. 

Mentre applicazioni più famose come Evernote offrono integrazioni di terze parti e funzionalità aggiuntive per la cura di database avanzati di note, il sistema pulito e diretto di Google Keep è l’ideale per chi desidera semplicemente tenere traccia delle proprie attività quotidiane e collaborare con piccoli team. Per gli utenti interessati a creare un archivio serio di contenuti all’interno di una grande azienda, le funzionalità di Google Keep saranno probabilmente troppo limitate per scopi che vanno oltre l’uso personale.

Se sei interessato ad utilizzare Google Keep, questa guida di Comunicafacile ti illustrerà come iniziare, insieme ad alcuni suggerimenti utili per ottenere il massimo dall’app.

Guida introduttiva di Google Keep

Per prima cosa: puoi accedere a Google Keep qui (assicurati di aver effettuato l’accesso al tuo account Google).

Una volta effettuato l’accesso, verrà visualizzata un’area per la creazione di note:

keep01

Per aggiungere una nuova nota, diamo un’occhiata alla barra “Prendi nota” nella parte superiore dello schermo.

Cliccando nella casella si avvierà automaticamente una nota di testo. L’icona del pennello sulla sinistra avvierà una nota di disegno e l’icona dell’immagine avvierà una nota basata sull’immagine.

Una volta deciso il tipo di nota che si desidera creare, nella parte inferiore dell’area prendere appunti vedrai le opzioni per:

Imposta un promemoria per un’ora o un luogo specifici

  • Aggiungi un collaboratore
  • Cambia il colore della nota
  • Aggiungi un’immagine alla nota
  • Archivia la nota
  • “Altro” = aggiungi un’etichetta, aggiungi caselle di controllo, aggiungi un disegno
  • Disfare
  • Rifare

Abbastanza semplice, vero? Una volta che fai clic fuori dall’area di presa delle note, la tua nota verrà automaticamente aggiunta alla schermata di Google Keep e sincronizzata su tutti i dispositivi su cui utilizzi lo stesso account Google e hai effettuato l’accesso a Google Keep.

Sebbene queste funzioni siano abbastanza semplici rispetto ad altre applicazioni, consentono di curare un’ampia varietà di attività, cose da fare e promemoria.

Puoi modificare qualsiasi tipo di nota in qualsiasi momento semplicemente facendo clic su di esso.

Dà un’occhiata più approfondita a come queste funzionalità possono essere utilizzate per organizzare le tue attività e migliorare la tua efficienza complessiva.

Suggerimenti su come utilizzare al meglio Google Keep:

  • Appunta le tue note per dare la priorità ai tuoi compiti più importanti.
  • Scomponi attività più piccole in attività più grandi.
  • Condividi le note con i membri del team per tenere tutti nel loop.
  • Aggiungi annotazioni alle immagini. Ottimo per i team creativi.
  • Utilizza promemoria basati sulla data per mantenerti aggiornato e strutturare la giornata.
  • Imposta promemoria basati sulla posizione.

1. Pin a cui dare priorità

Quando sembra che tu abbia un milione di cose da fare nella tua lista, affrontare ogni attività nell’ordine in cui le hai aggiunte non è solitamente l’approccio più efficace. Alcuni compiti sono semplicemente più urgenti o importanti rispetto ad altri, e la tua lista delle cose da fare dovrebbe rispecchiare questo ordine.

Con Google Keep, puoi mantenere le tue priorità in ordine di priorità utilizzando la funzione “pin”. Passa con il mouse su qualsiasi nota e fai clic sull’icona a forma di puntina visualizzata nell’angolo in alto a destra della nota.

Questo aggiungerà la nota a una sezione “pinned” ovvero le attività spuntate, separata sopra il resto delle note. Le note bloccate rimarranno in questa sezione finché non le elimini o le sblocchi. È certamente una caratteristica organizzativa umile, ma ho scoperto che appuntare i miei compiti più importanti all’inizio di ogni giornata mi ha aiutato a dare priorità al mio tempo in modo più efficace.

2. Suddividi attività più grandi in attività più piccole.

Hai un compito particolarmente grande, complicato o semplicemente noioso da affrontare? Spezzalo in piccole parti.

Questo è uno dei miei modi preferiti in assoluto per farcela con le mie cose da fare più complesse e le attività correlate ai gruppi insieme in un secchio. Utilizzando la funzione di elenco di Google Keep, creo una nuova nota card “elenco”, che crea una piccola lista di controllo all’interno di una singola nota. Per creare una gerarchia di elementi dell’elenco di controllo, è possibile trascinare gli elementi per annidarli sotto altri elementi.

3. Condividi le note con i colleghi per tenerli aggiornati.

Google Keep ha un’utile funzione di collaborazione che ti consente di condividere una nota direttamente con un altro utente di Google. Abbiamo trovato questo strumento particolarmente utile quando devi tenere aggiornato un collega sui progressi o inviare a qualcuno un promemoria per la prossima riunione.

Per aggiungere un collega a una nota, fai clic sull’icona della persona “+” in fondo a qualsiasi nota. I collaboratori hanno la possibilità di apportare modifiche dopo averlo aggiunto alla nota.

Se il tuo team sta già utilizzando altri strumenti di Google, la funzione di collaborazione in Google Keep può essere facilmente integrata in altre aree dei processi del tuo team senza dover adottare un nuovo strumento per restare connesso.

4. Aggiungi note alle immagini.

Google Keep ti consente di aggiungere annotazioni direttamente alle immagini: un prezioso risparmio di tempo se lavori a un team creativo che si occupa regolarmente di contenuti visivi. Questo può far risparmiare tempo quando è necessario fare un commento su un particolare aspetto di un’immagine, poiché non è necessario descriverlo – è possibile disegnare direttamente sull’area che si desidera evidenziare.

Ora che sai come usare Google Keep al meglio per essere più efficiente nel lavoro, incrementa la visibilità del tuo business:

Contatta ora ComunicaFacile 

Metti “mi piace” alla pagina Facebook di Comunicafacile per rimanere sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione!

CLICCA QUI



Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Azienda informatica giovane e dinamica che si occupa di grafica, web marketing e comunicazione.

Guarda Anche

funnel marketing

Funnel marketing: lo stai utilizzando ma non lo sai e come renderlo efficace

Il Funnel Marketing sembra quasi un universo parallelo, eppure, inconsciamente, lo utilizziamo tutti i giorni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *