Home / Strumenti Marketing / Instagram / Cosa sta cambiando su Instargam, gli aggiornamenti che ti sei perso…

Cosa sta cambiando su Instargam, gli aggiornamenti che ti sei perso…

Instagram continua a crescere e rimane un mezzo di riferimento per le aziende che hanno come target di riferimento i giovani dai 16 ai 35.

È importante però ricordare la differenza tra strategia e tattica. Conoscere tutte le novità di Instagram non ti aiuterà a vendere di più, ma al masso di avere qualche like.

Ma ricordati che l’obiettivo dell’imprenditore è quello di vendere, non di diventare influencer!

Quindi ricordati sempre di partire dalla strategia di vendita e solo dopo di prenderti cura della tua tattica!

 

Continua la guerra ai Bot

I bot di Instagram, sopratutto quelli per aumentare il numero di follower, funzionano sempre meno.

Questo è il risultato dei continui aggiornamenti che sta facendo l’azienda di Mark Zuckerberg.

Se andiamo a vedere le valutazioni su Trustpilot, una nota azienda che raccoglie recensioni online, possiamo vedere come i più famosi bot online stanno avendo grosse difficoltà.

Cliccando sull’immagine inoltre potrai andare a vedere come le valutazioni migliori in realtà siano solo di vecchia data, e quelle recenti tutte negative.

aggiornamento instagram  marketing instagram  novità instagram 

Ci aveva già provato in passato: Instagram fa pulizia: addio ai falsi follower

Eliminato il numero di mi piace

Non si potrà più visualizzare il numero di mi piace sotto i contenuti condivisi.

Mark Zuckerberg ha deciso che non sarà possibile più visualizzare il numero di like al fine di mettere in evidenza il contenuto in se, e non la popolarità che ha.

Questo non significa che sia scomparso il tasto per lasciare il like al post. I like possono essere sempre lasciati, sarà il numero degli stessi a scomparire. L’unico in grado di conoscere il numero effettivo di utenti che hanno lasciato il like al post è il creatore del post stesso, che comunque non li vedrà immediatamente ma dovrà cliccare su quella dicitura “ed altri”.

In questo modo, secondo Zuckerberg, gli utenti potranno mettere in evidenza i loro contenuti senza doversi preoccupare della risposta dei follower, ma semplicemente mettendo in evidenza ciò si vuole far pervenire alle altre persone.

 

Pubblicare su Instagram da Facebook creators

Buona notizia per i social media marketer: utilizzando l’app Creator Studio di Facebook, hai la possibilità di pubblicare e programmare post su Instagram.

La pianificazione dei contenuti di Instagram è stata sempre un po’ il tallone d’Achille dei social manager, che si sono visti costretti a ricorrere ad  una serie di opzioni di pubblicazione alternative, come le piattaforme esterne al social network.

La maggior parte di queste opzioni sono state limitate a causa delle restrizioni delle API di Instagram su quali strumenti di terze parti possono accedere e su come possono pubblicare.

Questa nuova opzione, finalmente, fornisce una maggiore capacità di gestione e una maggiore usabilità: adesso, infatti, la pubblicazione su Instagram diventa molto simile alla pubblicazione nativa su una pagina Facebook.

Ecco cosa puoi fare con Creator Studio:

Gestire i post

  • Accedi a video, foto, caroselli, storie e contenuti IGTV.
  • Scopri le prestazioni dei tuoi post per capire cosa funziona o meno.
  • Cerca i contenuti per trovarli con facilità e usa i filtri per organizzarli rapidamente.

Esplorare i dati statistici

  • Scopri chi sono i tuo follower e quando sono più attivi.
  • Scopri quali azioni eseguono quando interagiscono con i tuoi contenuti.
  • Infine, scopri la copertura e le impression totali dei tuoi contenuti.

Creator-Studio

 

Spark AR Studio

Tutti possono adesso creare filtri personalizzati da utilizzare all’interno delle Storie di Instagram.

Facebook ha fatto sapere di aver aggiornato il suo tool Spark AR rendendolo finalmente disponibile a tutti.

In precedenza, questo strumento che consente di creare filtri per il viso personalizzati e altri effetti per le Storie di Instagram era stato reso disponibile solo ad un ristretto gruppo di sviluppatori selezionati.

Con l’apertura di Spark AR a tutti, il social network fotografico ha annunciato pure l’introduzione di una nuova tab nei profili chiamata “Effect Gallery” all’interno della quale gli artisti potranno condividere le loro creazioni.

Spark-AR-Studio-Facebook

 

Questa funzionalità sta venendo molto apprezzata dalle aziende.

Infatti, soprattutto gli e-comerce di abbigliamento e allestimento, stanno investendo sulla realtà aumentata per far vedere come il consumatore potrà interagire con il loro prodotto.

Puoi ad esempio vedere come un rossetto di starà addosso prima di acquistarlo.

 

Arriva Threads

Threads, l’app di messaggistica istantanea che dipende dai contatti di Instagram è stata annunciata qualche tempo fa.

Threads è stata pensata per rendere più semplice lo scambio di contenuti – fotografie e video – con i propri amici, assecondando la crescente richiesta degli utenti di spazi in cui possano rimanere in contatto solamente con le persone cui tengono di più tramite i social.

Alcune funzionalità della nuova app, come la possibilità di creare aggiornamenti di stato automatici, sollevano però qualche preoccupazione per la privacy.

Il problema, ancora una volta, si presenta per i più giovani.

Condivisione semplice dei dati vuol dire poca attenzione agli aspetti legati alla sicurezza delle informazioni personali. Attendiamo con ansia un’attenzione in più su questo aspetto.

threads-instagram

 

Storie di gruppo

Un altro test in casa Instagram: in fase di prova la condivisione delle storie solo con un determinato gruppo.

Non è poi una grande novità per la casa madre, ma (si può dire?) è stato un flop.

Facebook aveva già in precedenza testato ciò, ma l’esperimento non è andato a buon fine.

Allora perché riprovarci? L’idea è quella di una condivisione sempre più ristretta, tutelata, mirata. E i follower, chi pensa più a loro?

 

Account Creators

Per chi non lo sapesse, dopo aver messo in campo la possibilità di scegliere tra account business e personale, Instagram ha prima testato e poi esteso a tutti la funzione “creator”.

Ideale per chi non entra nel business, ma produce e condivide contenuti originali.

Grazie a questa funzione dogli utenti hanno potuto monitorare in mo più dettagliato le varie metriche del profilo. Ciò ha aiutando aspiranti “influencer” a riconoscere quelli che sono stati i contenuti più efficaci e, su questa base, a impostare una strategia performante.

instagram creators

 

Privacy

Le nuove funzioni non sono state molto gradite da chi si occupa di privacy.

L’app molto usata dagli adolescenti, che non hanno sempre idea di come funzioni il tracciamento delle loro attività online, fornirà più informazioni a Facebook (che controlla Instagram )

Instagram infatti ha accompagnato il lancio delle ultime novità con un post dedicato alla privacy.

L’azienda ha spiegato che utilizzerà informazioni come: “la tua posizione, i tuoi movimenti, il livello della tua batteria e la connessione alla rete cellulare per determinare quali informazioni di contesto condividere”.

È una quantità di informazioni notevole, ma è bene ricordare che diverse altre applicazioni raccolgono informazioni simili.

privacy social

 

In foto puoi vedere come appaiono le condizioni d’uso delle applicazioni più note se venissero stampate.

 

Finiamo con le novità un po’ meno rilevanti per il mondo del marketing:

 

Dark mode

Ed infine, ma non ultima per importanza, Instagram decide di aggiungere la modalità “dark“.

È una vera e propria dark mode, che permette agli utenti di risparmiare della batteria attivandola, e di usarla magari la sera per non far affaticare troppo gli occhi guardando lo schermo.

Per il momento purtroppo la dark mode è disponibile solo su iOS, ma sicuramente arriverà a breve anche su Android.

Basta solo un po’ di pazienza, dovuta al fatto che il noto social network sta facendo tantissimi aggiornamenti tutti insieme.

dark mode instagram

 

Silenzia

Una scelta presa per far fronte alla tematica del bullismo sempre più dilagante sui social network.

Così Instagram decide di attivare la funzione “silenzia”, simile a quella presente su Facebook, dando la possibilità agli utenti di diventare moderatori dei propri post, capaci di silenziare commenti e profili poco graditi senza bloccarli.

 

La tua strategia su Instagram

Vuoi attaccare il mercato grazie ad Instagram?

Allora devi pensare ad una strategia giusta perché senza strategia sarai solo uno qualunque.

Identifica il tuo posizionamento e capisci qual è il target che vuoi attaccare.

Scarica il nostro report gratuito per partire con il piede giusto così da non perdere tempo e denaro!

 

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

aumentare i follower di instagram

Aumentare i follower di Instagram: 6 trucchi che non dovresti SNOBBARE

Aumentare i follower di Instagram: 6 trucchi che non dovresti SNOBBARE Sei alla ricerca di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *