Home / Marketing / FACEBOOK SEMPRE PIU’ SIMILE A LINKEDIN

FACEBOOK SEMPRE PIU’ SIMILE A LINKEDIN

FACEBOOK STA DIVENTANDO SEMPRE PIU’ SIMILE A LINKEDIN

Facebook sta cercando di imporsi anche come social network professionale per cercare e trovare lavoro e spodestare quindi LinkedIn come social network predominante nel recruiting digitale.

La nuova funzione “Jobs” attualmente implementata negli Stati Uniti, potrebbe portare le aziende a reclutare personale grazie alle loro pagine Facebook che finora sono state essenzialmente utilizzate per la promozione di prodotti e/o servizi, ma che potrebbero anche, attraverso alcuni servizi a pagamento, mostrare le posizioni aperte all’interno dell’azienda e incentivare le candidature degli utenti.

Un portavoce di Facebook ha dichiarato che il social network “sta testando delle funzioni che consentirebbero agli amministratori delle pagine di creare degli annunci di lavoro (“job posts”) e di ricevere candidature dagli interessati, in base ai comportamenti che si sono riscontrati sul social network, dove molte aziende postavano offerte di lavoro attraverso la loro pagina”.

Altre iniziative, invece, sono più specificamente dedicate al mondo del lavoro:

  • Workplace: il tool multifunzione per organizzare e agevolare le interazioni tra colleghi al lavoro sul medesimo progetto.
  • Job post: attualmente disponibili negli US, permettono alle aziende di pubblicare e sponsorizzare offerte di lavoro.

Mark Zuckerberg dopo aver spodestato Snapchat con le Instagram Stories, sta cercando di fare lo stesso con LinkedIn, rendendo Facebook un social utile non solo per la promozione delle azienda ma anche per assumere nuovo personale.

L’obiettivo sarà quella di rendere un social polivalente come Facebook adatto alle esigenze di professionisti e delle risorse umane, affinché possano trovare servizi adeguati e un ambiente funzionale per il mondo del lavoro.

 

Gli annunci di lavoro includeranno l’opzione “Candidati Ora”, che darà inizio al processo di candidatura, il quale risulterà precompilato dalle informazioni pubbliche del profilo Facebook del candidato. Questo velocizzerebbe il processo di candidatura, consentendo agli utenti di candidarsi a più annunci in modo facile e veloce.

linkedin tag

i tag di facebook 

Facebook sta mettendo a punto due nuove funzionalità: i tag del profilo con cui ciascuno potrà mettere in evidenza tutte le proprie competenze ed abilità e i propri ambiti di specializzazione e la possibilità per le aziende di pubblicare direttamente annunci di lavoro e ricevere candidature dagli utenti interessati. Facebook con il lancio di Workplace punta a sostituirsi a LinkedIn nell’ambito del recruiting digitale.

Tutte le canidature presentate saranno ricevute sulla pagina attraverso Messenger di Facebook. Questo potrebbe far crescere l’utilizzo della chat, soprattutto da parte delle aziende. Bisogna comunque valutare che, in questo caso, si potrebbero mischiare le offerte di lavoro con la posta normale, come le richieste dei clienti e che questo potrebbe creare confusione. Potenzialmente l’idea di inoltrare candidature di lavoro all’indirizzo di posta elettronica del selezionatore potrebbe funzionare meglio.

Le aziende avranno inoltre la possibilità di pagare per mostrare gli annunci di lavoro a più persone, in concorrenza diretta, quindi, con gli annunci di LinkedIn.

Se si pensa che tutti hanno un profilo Facebook, spesso ricco di informazioni abbastanza dettagliate sul lavoro attuale e le esperienze professionali precedenti arricchite con informazioni sull’istruzione e gli interessi, non è difficile immaginare il social network blu anche come un vero social network professionale.

Un altro dato da non trascurare, è il fatto che non tutte le persone sono registrate su LinkedIn che conta 467 milioni di utenti, mentre Facebook possiede circa 1,79 miliardi di account. La maggior parte degli utenti di LinkedIn utilizzano questo social solo per aggiornare la loro attuale professione aggiungendo nuovi dettagli sul nuovo lavoro o se stanno ricercando attivamente una nuova mansione.

Inoltre Facebook permetterebbe di raggiungere persone che non stanno cercando di cambiare lavoro ma che potrebbero valutare l’opzione qualora gli si presentasse un’offerta migliore.

Questo è lo stesso motivo per cui Facebook è stato in grado di fatturare milioni con la pubblcità, generando un grande mercato per le imprese e le multinazionali, nonostante la supremazia di Google.

L’acquisizione di LinkedIn da parte della Microsoft costata 26,2 miliardi idi dollari potrebbe presto diventare un investimento controproducente a causa delle ambizioni sempre maggiori di Mark Zuckerberg.

Scarica ora la nostra nuova guida GRATUITA sull’Inbound Marketing!

CLICCA QUI

Riguardo a admin

Avatar

Guarda Anche

nuovi diritti dei consumatori

Cambia il mondo degli E-commerce?

In una settimana un po’ particolare, il parlamento europeo rafforza i nuovi diritti dei consumatori. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *