19 novembre 2018
Home / Marketing / Email Marketing: perchè è importante segmentare?
l'importanza di segmentare

Email Marketing: perchè è importante segmentare?

Email Marketing: perché è importante segmentare?

Il tuo email marketing non è efficace ed efficiente come volevi? forse ti sei perso un passaggio fondamentale…

Ad oggi, in cui molte aziende utilizzano l’email marketing  per arrivare ai propri clienti, esiste una parola da prendere come comandamento se vuoi fare un utilizzo intelligente dell’email marketing: SEGMENTAZIONE.

Con la segmentazione puoi davvero cambiare le sorti delle tue campagne email.

La prima cosa di cui devi renderti conto è che ogni persona è diversa per:

  • Interessi
  • Età
  • Comportamenti

Non è possibile trattarli nella stessa maniera: segmenta!

Facciamo un piccolo esempio…

Prendiamo una compagnia assicurativa.

Secondo te, è meglio inviare un’unica email all’intera lista comunicando l’offerta assicurativa oppure segmentare per età, composizione familiare e proprietà dell’auto per inviare una email con delle offerte estremamente profilate?

Ogni tipologia di persona ha bisogno di un preciso tipo di comunicazione da parte tua con contenuti ed offerte pensate appositamente per loro.

Segmentare si…ma pensa in grande!

Non accontentarti di segmentare per la città in cui vive l’utente o per quello che sta acquistando in questo periodo e così via.

E se iniziassi a segmentare su quello che potrà fare l’utente nel prossimo futuro? si sta trasferendo? quali sono le sue aspirazioni? cosa fa nella vita? allarga gli orizzonti e scopri i reali interessi del tuo pubblico.

L’arte della segmentazione

Prova ad immaginare di ricevere da un brand delle email che sembra che ti leggano il pensiero, sembra che ti capisca, ti conosca e che comunichi direttamente con te, avverti la classica sensazione come se lo conoscessi da una vita.

Quando si riesce a trasmettere questo, le cose cambiano nettamente.

E per il tuo business significa solo una cosa: più profitto.

Ma passiamo al lato pratico:

COME E COSA SEGMENTARE?

Ci sono 4 macro aree da segmentare:

  • Geografia
  • Demografia
  • Psicografia
  • Comportamenti

A livello geografico puoi segmentare per:

  • Città
  • Regione
  • Densità
  • Lingua
  • Clima
  • Popolazione

A livello demografico puoi segmentare per:

  • Età
  • Genere
  • Entrate
  • Educazione/Istruzione
  • Stato sociale
  • Famiglia
  • Occupazione

A livello Psicografico puoi segmentare per:

  • Stile di vita
  • AIO: Attività, Interessi, Opinioni
  • Preoccupazioni
  • Personalità
  • Valori
  • Abitudini

A livello comportamentale puoi segmentare per:

  • Vantaggi ricercati
  • Frequenza di acquisto
  • Vari tipi di intenti
  • Buyer Stage
  • Stato dell’utente
  • Life Cycle Stage
  • Engagement

Sapevi di poter andare così a fondo nella segmentazione? più dati riesci ad ottenere, più sarai in grado di segmentare combinando i dati. E qui, le regole del gioco cambiano.

Combinando i vari dati puoi creare nuovi gruppi segmentati, in questo modo riuscirai con precisione a segmentare in base al valore dell’utente oppure sarai in grado di delimitare le varie tipologie di Buyer Personas che fanno parte della tua lista.

E’ importante capire e distinguere quali sono i clienti migliori da quelli peggiori, così come è fondamentale capire quali sono tutti quei clienti con un alto potenziale di crescita per spingere su di loro con comunicazioni precise per far crescere la spesa media.

La segmentazione è un’arte, un’arte che fa aprire i tuoi orizzonti e di conseguenza i tuoi profitti.

Per saperne di più contatta il team di Comunciafacile!

CONTATTACI

Riguardo a Ilaria Malin

Ilaria Malin
Inconsapevolmente, siamo il marketing di noi stessi. È nella nostra natura comunicare, ed ogni essere umano comunica in ogni istante se stesso agli altri. Nella mia natura non posso fare a meno di tre cose: esplorare, osservare e ascoltare, anche le piccole cose. Cerco sempre il diverso, e chi vuole essere diverso.

Guarda Anche

Storytelling experience: 3 brand da cui trarre ispirazione

Storytelling experience: 3 brand da cui trarre ispirazione La narrazione, per comunicare il messaggio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *