Home / SEO / Dizionario SEO per classificarti primo su Google
seo arrivare primi su google

Dizionario SEO per classificarti primo su Google

Dizionario SEO per classificarti primo su Google e sbaragliare la concorrenza

Quanti di voi sanno cosa è uno ZMOT? O la SERP?

Comprendere a pieno i termini legati alla SEO (Search Engine Optimazation) può essere tutt’altro che facile, perché si usano spesso acronimi e termini tecnici in inglese.

Ecco perché noi di NG srl abbiamo deciso di creare un mini-glossario con i termini SEO più usati e difficili da capire.

 

Alt Tag

il testo alternativo descrive l’immagine e qual è la sua funzione. Questo contenuto è utilizzato dagli screen-reader, ovvero da quei browser speciali utilizzati da persone cieche o ipovedenti.

Se si gestisce un sito web con WordPress allora sarà facile impostare gli attributi per le immagini. Quando si esegue l’upload di un contenuto multimediale è possibile aggiungere immediatamente il testo alternativo e l’attributo title.

 

Bounce Rate

Il bounce rate è il tasso di rimbalzo (dall’inglese bounce = rimbalzo) ed è la percentuale di utenti che abbandonano un sito dopo pochi secondi.

Molti sistemi di statistiche fissano il bounce rate a 30 secondi: un utente si definisce disinteressato ai contenuti di una pagina se l’abbandona entro 30 secondi.

Un bounce rate molto alto indica che dei visitatori che arrivano sul nostro sito non sono realmente interessati o non trovano quello che stavano cercando.

 

Crawler

Un crawler (detto anche web crawler, spider o robot), è un software che analizza i contenuti di una rete (o di un database) in un modo metodico e automatizzato, in genere per conto di un motore di ricerca.

Il web crawler spider (a volte abbreviato semplicemente in “spider” oppure in “web crawler”) è un bot Internet che periodicamente scandaglia il World Wide Web allo scopo di crearne un indice o, meglio ancora, una mappa. I motori di ricerca – e alcuni altri servizi Internet – utilizzano software di questo genere per aggiornare il loro contenuto o per aggiornare gli indici web presenti nei loro database. Gli spider possono copiare il contenuto di tutte le pagine che visitano e conservarlo per dare modo al motore di ricerca di analizzarlo e indicizzarlo, ovvero catalogarlo individuandone parole chiave e argomenti trattati, in un secondo momento. Così facendo è possibile restituire risultati delle ricerche in modo veloce e accurato.

 

Google Analytics

Google Analytics è un servizio di Web analytics gratuito di Google che consente di analizzare delle dettagliate statistiche sui visitatori di un sito web. Il sito si rivolge principalmente al marketing di internet e ai webmaster. Google Analytics è il servizio di statistiche più usato nel web, attualmente in uso presso circa il 57% dei 10.000 siti web più popolari. Un’altra analisi delle quote di mercato afferma che Google Analytics è utilizzato da circa il 49,95% del primo milione di siti web.

 

Google  Search Console

Prezioso strumento che offre indicazioni utilissime per migliorare la visibilità delle proprie pagine web sul motore di ricerca di Google non è più, secondo i tecnici della società di Mountain View, “feudo” dei soli webmaster.

Si tratta di un’applicazione utile per le piccole e medie imprese, per gli esperti SEO, per gli esperti di marketing, per programmatori, designer, sviluppatori ed hobbisti.

 

Header

L’header è un elemento HTML che ti permette di suddividere un contenuto in diversi paragrafi e stabilire una priorità all’interno di una pagina web.

Esistono 6 tipologie di header, dal h1 al h6 e servono a creare un ordine logico che facilita la lettura, sia al lettore sia al motore di ricerca.

Per organizzare bene i contenuti di una pagina web, si usano i tag di intestazione chiamati heading, ne esistono sei tipi diversi e consentono di dare una maggiore rilevanza alle parole chiave inserite in questi tag.

 

JPG

Il formato di compressione più diffuso, quando si parla di immagini, è il JPG. Cosa c’entra con la SEO? Te lo spiego subito. Un aspetto dell’ottimizzazione, che devi SEMPRE considerare, riguarda le prestazioni del tuo sito web. E quando si parla di prestazioni, si passa sempre dalle immagini. Ecco perché è consigliabile affidarsi al JPG.

 

Keyword

parola che consente di accedere a un documento o a un programma

Con il termine keywords (parole chiave) si intende un insieme di parole che gli utenti utilizzano nei motori di ricerca per trovare e consultare i siti di loro interesse.

Quando si parla di ottimizzare una pagina web per una determinata keyword significa che l’obiettivo finale diventa scalare i risultati dei motori di ricerca per quella keyword. I fattori che determinano i risultati sono possono essere molteplici:

 

  •     Numero di occorrenze delle parole chiave nel testo (densità)
  •     Posizione occupata della keyword nella pagina
  •     La relazione tra le parole della pagina ed eventualmente i termini collegati alle keywords di nostro interesse

 

Link

In informatica, un collegamento ipertestuale, spesso chiamato semplicemente collegamento o link, dall’inglese hyperlink (si pronuncia àiperlinc), non è altro che uno speciale riferimento che rimanda ad ulteriori unità informative, quali documenti, immagini, video, ed altre cose del genere, a partire da una prima unità informativa ad essa in qualche modo correlata. Una volta cliccato o toccato tale collegamento ipertestuale, il lettore verrà dunque immediatamente reindirizzato al contenuto designato.

Per quanto riguarda l’aspetto, un collegamento ipertestuale può essere normalmente riconosciuto attraverso una o più peculiari proprietà:

  •     la prima, è l’eventuale colorazione diversa che lo distingue dal resto del testo;
  •     la seconda, è la comparsa di una piccola mano, insieme ad una eventuale sottolineatura, quando ci si passa sopra col puntatore del mouse prima di cliccarci;
  •     la terza, è la comparsa dell’indirizzo di destinazione, solitamente in basso a sinistra all’interno della pagina visualizzata in quel momento, insieme ad un eventuale testo in sovrimpressione, quando ci si passa sopra col puntatore del mouse prima di cliccarci.

Esistono gli outbound link, ovvero quei link di un sito collegati a siti esterni, detti anche in maniera più “popolare” link esterni.
Non sono da confondere con i link interni (inbound link) che permettono la navigazione tra pagine di uno stesso sito (i menu sono un esempio di inbound link).

Meta tag

I Meta tag sono elementi HTML, presenti in ogni pagina web, che indicano al motore di ricerca l’argomento principale di quest’ultima.

Se vuoi ottimizzare i tuoi contenuti, per aumentarne visibilità e traffico, devi prestare molta attenzione a questi 2 elementi:

  • tag title: l’elemento più importante che Google considera per quanto riguarda l’indicizzazione e il ranking.
  • meta description: la description di una pagina web (o di un post) è la descrizione libera ed esaustiva del contenuto della pagina

Tra il lavoro del SEO rientra l’ottimizzazione dei cosiddetti “meta tag”, ovvero metadati da implementare all’interno nel codice HTML che vengono interpretati dai browser e dai motori di ricerca e servono per dare informazioni aggiuntive e specifiche.

I meta tag rappresentano un ottimo strumento nelle mani di webmaster e SEO: se usati nella maniera corretta possono dare una notevole spinta all’indicizzazione e al posizionamento del sito internet.

Ciascun browser e ciascun motore di ricerca può essere in grado o meno di interpretare un meta tag e ha la facoltà di dare maggiore priorità a uno piuttosto che all’altro: per maggiori informazioni su come ciascun motore di ricerca interpreti i meta tag si può fare riferimento alle specifiche linee guida (a questo link le linee guida aggiornate per i meta tag secondo Google).

 

Ottimizzare

Ottimizzare una pagina web o un sito Internet significa creare contenuti su misura per i lettori.  Puoi scrivere articoli bellissimi, ma se non riesci a diffonderli il tuo lavoro risulta nullo. Sforzi, tempo e passione sprecati.

Il 93% degli utenti inizia la navigazione con un motore di ricerca e il 94% con Google. I primi 5 risultati di ricerca ottengono il 67% di tutti i clic. Qui di seguito trovate elencati i principali benefici dell’ottimizzazione SEO:

  •     Permette di acquisire traffico di qualità dai motori di ricerca
  •     Assicura migliori tassi di conversione
  •     Risponde alle linee guida di qualità richieste dai motori di ricerca
  •     Migliora l’esperienza utente

 

Page rank

Page Rank letteralmente sta per classifica delle pagine. È un valore che va da 0 a 10 che Google assegna ad ogni pagina Web (e non al sito nel suo complesso) in base ad un complesso algoritmo e che, nelle intenzioni di Google, serve a definire il livello di popolarità della pagina.

 

Query

Una query è una domanda, parola o locuzione inserita all’interno della casella di ricerca.

Per esempio la query “ristorante rovigo” presenterà risultati diversi da “trattoria rovigo”. Proviamo quindi a formulare quindi una domanda più precisa.

“Come posso essere nei primi 3 risultati di ricerca con la parola ‘vendita di banner pubblicitari’?”

Google “ragiona” anche tenendo in considerazione l’ubicazione geografica da dove stai effettuando la tua ricerca, perciò in alcuni casi, i risultati di ricerca a Roma saranno diversi dai risultati di ricerca a Milano.

 

Risultato organico

I risultati organici, definiti anche naturali, si ottengono in modo gratuito, attraverso il lavoro di SEO, una serie di tecniche e strategie che permettono a un sito di ottenere le prime posizioni per un periodo più lungo.

Un annuncio gratuito sulla rete di ricerca che viene visualizzato perché è pertinente ai termini di ricerca di un utente.

  •     I risultati di ricerca non organici sono annunci a pagamento.
  •     Gli annunci pubblicati sopra i risultati organici contengono la casella “Annuncio”.
  •     Gli annunci pubblicati a destra dei risultati organici presentano la casella “Annunci” sopra le rispettive intestazioni.
  •     Spesso l’analisi dei risultati di ricerca organici può aiutare a individuare nuove parole chiave per le campagne AdWords.

 

SERP

Se un utente sta cercando una casa nella zona di Ferrara scriverà sul motore di ricerca “comprare case a Ferrara” e Google gli restituirà una serie di pagine con dei link pertinenti alle keywords utilizzate.

Questa pagina dei risultati, che fornisce una serie di link ordinati secondo un criterio di rilevanza, è definita SERP, un acronimo che sta per Search Engine Report Page.

La posizione nella SERP, nel campo dell’ottimizzazione dei siti web, diventa fondamentale per il successo del sito stesso e quindi della sua strategia di posizionamento su Google.

 

URL

URL è l’acronimo di Uniform Resource Locator, ed è una sequenza di caratteri che identifica univocamente l’indirizzo di una risorsa in Internet, come un documento o un’immagine.

E’ l’elemento che ci permette di trovare un sito web, cioè l’indirizzo che noi digitiamo nel browser quando cerchiamo una pagina o un file.

Una buona URL deve descrivere la pagina in modo semplice, essere compatta e contenere le keyword più importanti.

 

Yoast

Yoast SEO è un plugin che potrai installare sul tuo sito in WordPress, per cominciare a scrivere articoli realmente strutturati per il SEO e curare vari aspetti per ottimizzare al massimo il tuo blog per i motori di ricerca.

 

ZMOT

Il Momento Zero della Verità, o Zero Moment of Truth – ZMOT (pronunciato “zee-mot”) è il momento del processo decisionale e d’acquisto che consiste nella ricerca di informazioni in rete prima di recarsi in negozio. 

Nel 2011 Jim Lecinski di Google ha introdotto un nuovo concetto, quello dello “Zero Moment of Truth”, inteso come il momento in cui il consumatore, una volta ricevuto lo “stimolo” va in internet per cercare informazioni e decide se acquistare o meno un prodotto. Il percorso decisionale per l’acquisto di un prodotto è cambiato e il passaparola continua ad essere fondamentale, anzi trova nuovo slancio e forza in quanto è diventata, a tutti gli effetti, una pratica digitale e social.

Il momento della verità assume un ruolo ‘democratico’; tutti i consumatori potranno acquisire informazioni su qualsiasi prodotto, sia che si tratti di un cosmetico, uno smartphone o un gioiello, sia di un prodotto di uso quotidiano e più economico.

Riguardo a Comunicafacile Staff

Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Come Aumentare Traffico Sito Web

Come aumentare il traffico sul tuo sito Web: un approccio per principianti

Desideri più traffico sul tuo sito web? Non sai come crescere?   Ogni utente che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *