Home / Blog Aziendale / Come creare contenuti (coinvolgenti) in nicchie noiose
Come creare contenuti coinvolgenti in nicchie noiose
Come creare contenuti coinvolgenti in nicchie noiose

Come creare contenuti (coinvolgenti) in nicchie noiose

Un’industria noiosa non venderà mai promuovendosi con contenuti noiosi!!!

Se sei uno scrittore noioso, la tua azienda ha una strada difficile da percorrere nel mondo online. Odio dirtelo, ma nel mondo saturo di contenuti di oggi, le persone non hanno tempo da dedicare a contenuti che non amano leggere.

Per fortuna, ci sono alcuni potenti antidoti contro il veleno del contenuto noioso. In questo articolo, ti rivelo alcuni dei miei trucchetti preferiti.

Dopo averlo letto, vai a scrivere un tuo articolo di blog. Se segui questi suggerimenti, i tuoi contenuti saranno almeno 817 volte più interessante.

Un primo piccolo segreto: quella percentuale è stata totalmente inventata, ma comunque, questa roba funziona.

Scopri suggerimenti, tattiche ed esempi di marchi che introducono elementi coinvolgenti nelle loro nicchie noiose.

 

Cos’è una nicchia noiosa

Molto probabilmente se stai leggendo questo articolo, stai già pensando che la tua nicchia sia noiosa.

Alcuni settori sono più noiosi di altri. Perché? Perché sono industrie piene di gergo, terminologia difficile, dati complicati e informazioni estese che semplicemente non attireranno l’attenzione della maggioranza.

Quali sono le nicchie noiose? Bene, è difficile restringere solo a pochi ma ecco alcuni esempi:

  • Assicurazione sulla vita
  • Servizi legali
  • Ricambi auto
  • Assistenza sanitaria
  • Servizi assicurativi vari
  • Ingegneria

Questi sono solo alcuni esempi di base, ma ci sono un numero vastissimo di nicchie che potrebbero rientrare nella categoria noiosa.

Il punto: la nicchia non è noiosa per te (o per il tuo pubblico di destinazione) ma per il resto del mondo, semplicemente non è molto eccitante.

Consiglio dell’esperto: mira a rispondere a quesiti difficili, su cui la gente possa incappare. Troveranno ciò che scrivi utile e quindi interessante.

 

Come creare contenuti (coinvolgenti) in nicchie noiose

 

9 consigli per creare contenuti coinvolgenti in nicchie noiose

1- L’errore più comune

Non sai cosa scrivere? Non ti preoccupare, hai una sola cosa da scrivere: il tuo posizionamento.

Poi devi ripetere, ripetere, ripetere, ripetere, ripetere…ripetere e ripetere!

  • Perché stai facendo quello che fai?
  • Perché i clienti dovrebbero scegliere te?
  • Perché i tuoi prodotti sono diversi dal resto del mercato?

Rispondi a tutte queste domande e poi motivale. Ogni contenuto che pubblichi dovrebbe avere una parte di queste risposte.

Clicca sul link per fare chiarezza sul concetto di posizionamento

 

2- Racconta una storia

La scienza sta dalla mia parte.

Le storie producono un’attivazione cerebrale istantanea. Quando il cervello ascolta una storia, si impegna nell’accoppiamento neurale, un fenomeno che fa sperimentare al cervello le idee che vengono esposte nella storia. Anche la corteccia motoria, la parte del cervello responsabile del movimento muscolare volontario, è attivata da una storia.

Inoltre, durante l’ascolto di una storia, il cervello rilascia dopamina, la sostanza chimica associata alla felicità.

Chiaramente, raccontare una storia è un ottimo modo per essere più interessanti. Storie brevi e semplici possono essere incluse in qualsiasi articolo per aumentare il fattore interesse.

Non sa da che parte iniziare? Prova con c’era una volta… oppure leggi come fare storytelling 

 

3- Scrivi in prima persona

La scrittura in prima persona è naturale. È il modo in cui parli.

Se tu ed io andassimo a pranzo, direi qualcosa del tipo: “Conosco un posto davvero buono per sushi a circa cinque minuti di distanza. Ho mangiato lì un paio di volte e hanno un ottimo servizio. Vuoi venire con me?”

Viceversa, sembrerebbe davvero strano se ti dicessi: “Neil è consapevole di un buon posto per sushi. Ci ha mangiato un paio di volte con risultati ottimali. Ti sta invitando ad andare con lui.

Non aver paura di scrivere in prima persona. La voce in terza persona, in cui ti riferisci all’autore o eviti riferimenti a se stesso, è secca e imbarazzante.

 

4- Prefazione

I bravi scrittori usano un dispositivo letterario noto come “prefazione” per suggerire ciò che accadrà in una storia. Non stanno anticipando via la trama. Stanno stimolando il lettore introducendo quello che sta per accadere.

La prefazione aiuta ad aumentare l’eccitazione la voglia di ascoltare una storia. Ne Il Signore degli Anelli, Gandalf prefigura il ruolo di Gollum nella narrazione quando dice: “Il mio cuore mi dice che ha ancora un ruolo da svolgere, nel bene o nel male, prima della fine”.

I lettori noteranno la previsione di Gandalf e penseranno: “Che cosa accadrà? Gollum farà del bene o farà del male?” e così continuano a girare le pagine.

Spesso prefiguro i miei articoli visualizzando in anteprima ciò che voglio comunicare e il risultato dell’articolo. Ho prefigurato il contenuto di questo articolo quando ho scritto “Ci sono alcuni potenti antidoti al contenuto noioso. In questo articolo, sto scoprendo alcuni dei miei preferiti. “

Ho anche promesso un vantaggio per una buona misura: “Dopo aver letto questo articolo, vai a scriverne uno tuo. Se segui questi suggerimenti, l’articolo sarà almeno l’817% più interessante “.

Prefigurare non è niente di più complicato che indicare nella direzione in cui stai portando il tuo articolo. Aiuta a prevenire la noia promettendo la direzione dell’articolo.

 

5- Sii molto, molto chiaro.

Se dovessi scegliere un solo punto su cui focalizzare tutto l’articolo sarebbe questo: sii chiaro.

Ammettiamolo, la maggior parte delle nicchie noiose sono anche piuttosto complicate: legge, assicurazioni, assistenza sanitaria, ecc. Possono essere difficili da comprendere, il che è forse ciò che le porta ad essere noiose.

Non attrarrai mai lettori o spettatori (e quindi clienti) se non converti le informazioni in termini semplici.

Non mirare a frasi arzigogolate o un linguaggio prettamente tecnico, diventi interessante quando sei chiaro.

La chiarezza sta nel dire ciò che devi dire: niente di meno, niente di più. Usa le parole giuste nel modo giusto. Elimina ciò che potrebbe distrarre. Sii chiaro, non fantasioso.

Se sarai chiaro, sarai interessante.

Quindi, come puoi semplificare le informazioni complicate?  Ecco alcuni modi specifici per farlo.

  • Crea infografiche e diagrammi di facile comprensione
  • Non usare gergo, abbreviazioni o parole difficili
  • Usa termini e contenuti interessanti o energici
  • Sii attivo piuttosto che passivo
  • Dai un aspetto riconoscibile ai tuoi contenuti
  • Fare riferimento a professionisti e risorse affidabili

Indipendentemente da ciò che fai, ricorda che puoi facilmente perdere il pubblico quando le cose si complicano.

Mantieni le cose semplici e comprensibili e cerca di non sopraffare il tuo pubblico con informazioni spaventose o difficili da comprendere.

 

6- Non essere più lungo del necessario.

Alcune persone danno troppo peso al conteggio delle parole. Le uniche persone veramente preoccupate per il numero di parole in un articolo sono i copywriter pagati per parola.

L’importante è che i tuoi articoli siano utili. se è così, le persone troveranno il tempo di leggere ciò che scrivi.

Prolungando inutilmente i tuoi articoli, farai perde la pazienza ai tuoi lettori. Arriva al punto.

La verbosità extra è noiosa. Se non hai bisogno di dirlo, non farlo.

 

7- Non essere più corto di quanto dovresti.

La lunghezza del contenuto è un’arma a doppio taglio. No, non dovresti essere troppo lungo. Ma sì, devi dire abbastanza.

La sintesi è un dono, ma hai bisogno di flusso nella tua narrativa. Se riduci l’articolo all’osso, diventa difficile da “digerire”.

Non so te, ma non trovo che i contorni siano materiali di lettura particolarmente potenti.

Inoltre i contenuti con 1200 parole aiutano a posizionarsi meglio nei motori di ricerca.

 

8- Scrivi frasi brevi.

Le persone si perdono in periodi lunghi.

Leggere una frase è come trattenere il respiro. Puoi provare a durare a lungo ma prima o poi svieni.

Frasi più brevi aiutano i lettori a fare molti respiri e questo li tiene interessati.

 

9- Spezzalo.

Puoi scrivere i contenuti più affascinanti del pianeta, ma se non li dividi in pezzi, la gente penserà che tu sia noioso.

Perché? Perché la presentazione visiva conta.

Il processo cerebrale elabora informazioni visivamente e spazialmente, non solo testualmente.

Carattere, interlinea, paragrafi, intestazione, numeri: tutti questi elementi fanno parte dell’essere interessanti. Aiutano un utente ad assorbire le informazioni e rimanere in contatto.

 

In conclusione

Queste sono le fonti di traffico più comuni e le strategie più efficaci per aumentare il traffico da ciascuna.

Ricorda, non importa che tipo di traffico intendi aumentare, ogni visitatore che accede al tuo sito Web è un’opportunità.

Avrai sentito questa frase almeno un milione di volte: “I clienti non si aspettano più, si attraggono“. Per quanto ti possa sembrare assurdo il marketing è davvero così!

Se vuoi generare clienti che siano realmente interessati al tuo Brand devi creare dei materiali informativi descrivendo il tuo posizionamento.

La tua azienda inizi a fare questo cambio di prospettiva: da passiva a proattiva. Passare da essere un’azienda che attende ad essere un’azienda che ricerca. Da essere un’impresa qualunque a diventare un Brand di riferimento.

Ottieni oggi un’analisi di marketing a risposta diretta per scoprire come curare il traffico del tuo sito web.

Clicca sull’immagine qua sotto ed inserisci i tuoi dati, un nostro consulente ti richiamerà il prima possibile:

 

 

 

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Real time marketing

Come il pesce d’aprile può tornare utile alla tua impresa

Hai presente quando il lunedì mattina in ufficio tutti parlano della partita della domenica? Questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *