Home / Marketing / Come aumentare le tue vendite senza agire sul prezzo
aumentare vendite

Come aumentare le tue vendite senza agire sul prezzo

Ecco gli strumenti per aumentare esponenzialmente le tue vendite, senza dover fare sconti e saldi che bruciano ogni tuo guadagno.

Facendo sconti non si attirano clienti! Si attirano quei pericolosi mostri detti DISSENNATORI DI SCONTI.

Chi compra i prodotti scontati segue solo il prezzo più basso, risucchiando tutta la liquidità degli imprenditori più inesperti per poi passare alla prossima offerta.

Se vuoi veder crescere la tua azienda devi smettere di fare sconti! Per attirare i clienti devi iniziare a pensare le offerte!

Differenza sconto offerta:

Lo sconto è il banale abbassamento del prezzo che ti impedisce di avere un buon margine sulla vendita.

L’offerta è tutto ciò che il cliente otterrà, tutto quello che riceverà, unito a ciò che dovrà fare.

Il TUO MARKETING DEVE SEMPRE PARTIRE DALL’IDEAZIONE DELL’OFFERTA.

Il prodotto in sé è soltanto un elemento dell’offerta.
Puoi cambiare il metodo di pagamento, di consegna, il pacchetto e molto altro ancora.

Devi far dire al tuo cliente:

“𝙋𝙚𝙧𝙘𝙝𝙚́ 𝙢𝙖𝙞 𝙣𝙤𝙣 𝙙𝙤𝙫𝙧𝙚𝙞 𝙫𝙤𝙡𝙚𝙧𝙡𝙤? 𝙎𝙖𝙧𝙚𝙞 𝙪𝙣 𝙥𝙖𝙯𝙯𝙤 𝙖 𝙣𝙤𝙣 𝙖𝙥𝙥𝙧𝙤𝙛𝙞𝙩𝙩𝙖𝙧𝙚 𝙙𝙞 𝙦𝙪𝙚𝙨𝙩𝙖 𝙤𝙛𝙛𝙚𝙧𝙩𝙖!”

Ecco alcuni tipi di offerta che puoi usare da oggi nella tua azienda.
Per scegliere quella migliore per te devi guardare i tuoi punti di forza, ma anche cosa fanno i tuoi concorrenti. Capisci il loro punto debole (cosa ancora non fanno) e costruisci l’offerta vincente!

Ecco le offerte che faranno aumentare le tue vendite senza agire sul prezzo.

  • Soft

I clienti, soprattutto in Italia, sono diffidenti. Questo perché i venditori con cui hanno avuto a che fare negli anni avevano l’aria di chi vendeva fumo.

Per questo i compratori vedono qualcosa di marcio anche quando non c’è.

Se vuoi vendere davvero devi togliere questa possibilità.

Per farlo esistono le offerte SOFT. In pratica inverti la responsabilità del rischio.

Ora nella trattativa un cliente ha tutto il rischio perché ha il prodotto che potrebbe essere diverso dalle aspettative e intanto ha messo i soldi.

Se vuoi vendere togli questo rischio. In America è comune farsi pagare dopo l’utilizzo quando è possibile.
Magari con una formula che prevede una minima parte di pagamento subito e il resto dopo.

Certamente è un rischio, ma se il tuo prodotto è davvero buono questa strategia farà schizzare le tue vendite.

  • Premiare i primi

I clienti che per primi si fidano di te vanno sempre premiati.
Non quelli che arrivano dopo con gli sconti, ma i primi.

Puoi anche guardare sul sito e fare un’offerta a chi capita per la prima volta da te, un’offerta quindi occasionale.

  • Offerta limitata

Puoi creare un servizio-prodotto, con una qualità un po’ più alta e alcuni vantaggi in più e venderne un numero limitato.

  • Offerta a tempo

Mentre l’offerta limitata riguarda il numero, l’offerta a tempo riguarda la disponibilità. Mettere un prodotto in vendita per soli tot giorni o fino a…

  • Metodo di pagamento

Se hai un prodotto molto costoso, anche solo il metodo di pagamento può fare la differenza con concorrenza!
Ad esempio rateizzando il pagamento.
Se hai un prodotto che costa poco invece puoi farlo diventare un abbonamento.
Ci inserisci un servizio, o magari l’esclusiva entrata in una community.

Per finire puoi COMBINARE alcune di queste strategie.

Se non hai mai fatto nulla di marketing e queste semplici idee ti sembrano poter funzionare, devi assolutamente leggere ora questo report che ti indica gli altri errori che quasi sicuramente stai facendo in azienda.

Riguardo a Comunicafacile Staff

Comunicafacile Staff
Branding , Web Design & Marketing. Comunicafacile affianca con successo gli imprenditori nella trasformazione digitale dell’ azienda. Comunicafacile parte dai reali bisogni degli imprenditori fornendo soluzioni concrete e funzionali.

Guarda Anche

Marketing piccole aziende di Rovigo

Come avere un Delegato Marketing nella tua piccola azienda, senza pagare 2000€ di stipendio!

Se sei un imprenditore che è quasi (ma non del tutto) soddisfatto della sua azienda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *